×

Coronavirus, negli Usa è scontro Trump-governatori

I tweet di Donald Trump sulla fine del lockdown per alcuni territori Usa non è stato gradito dai governatori

coronavirus usa proteste

Grave emergenza sanitaria e scontri politici sull’allarme coronavirus negli Usa. Mentre la John Hopkins University conferma i dati secondo cui gli Stati Uniti guidano la triste classifica di decessi e casi positivi, il presidente Donald Trump è ansioso di far ripartire l’economia.

“Liberate il Minnesota, liberate il Michigan, liberate la Virginia” ha scritto in una serie di tweet il tycoon. Dall’altro ci sono i governatori, Andrew Cuomo di New York in primis che hanno attaccato duramente l’inquilino della Casa Bianca.

Coronavirus, Usa: le linee guida di Trump

Gli ultimi dati diffusi parlano chiaro: negli Usa sono registrati 37mila morti e 700mila casi di coronavirus. Secondo Donald Trump, però, i numeri rientrerebbero già negli standard previsti. Tanto che ha già inviato ai governatori le linee guida per terminare il lockdown e riaprire. Un piano in tre fasi che. Durante la prima fase della riapertura le scuole resteranno chiuse, i viaggi ridotti al minimo, ristoranti e palestre dovrebbero riaprire nel rispetto del distanziamento sociale.

Tutto ciò dovrebbe portare ad un calo dei contagi e dei ricoveri.

Le manifestazioni contro il lockdown

“Salvate il vostro grande Secondo Emendamento. È sotto assedio”, ha anche detto Trump. Il riferimento è alle manifestazioni di protesta partite da Lansing, la capitale del Michigan, contro il lockdown effettuate in diverse città. Molte persone avevano le armi in pugno e le immagini hanno fatto il giro del mondo.

Il governatore Cuomo: “Trump vada a lavoro”

Ad attaccare duramente il presidente Usa sul coronavirus è stato però il governatore di New York Andrew Cuomo. Il territorio rappresentato da Cuomo è uno dei più colpiti degli Stati Uniti. “Il presidente dovrebbe mettere sugli Stati la stessa attenzione che mette sulle sue grandi imprese e linee aeree. – ha affermato Cuomo – Se Trump è seduto a casa a guardare la tv, forse dovrebbe alzarsi e andare al lavoro. Il governo federale ha approvato tre progetti di legge per far fronte a questa crisi. Di questi tre progetti di legge i governi statali hanno ottenuto esattamente zero, niente di niente, nada. Che sostegno avete dato? Nessuno. Come può essere? Abbiamo bisogno di risorse finanziare per stabilizzare gli Stati perché se si affamano i governi statali, non possiamo finanziare scuole, ospedali, piccole imprese, non possiamo finanziare tutti questi sforzi straordinari che stiamo facendo”.

Contents.media
Ultima ora