×

Coronavirus in Brasile, Bolsonaro: “Gente scenderà in strada per la fame”

Si stima che l'emergenza coronavirus in Brasile causerà 88mila morti entro agosto. Bolsonaro avverte: "La gente scenderà in strada per la fame".

coronavirus Brasile
coronavirus Brasile

Il coronavirus in Brasile continua a mietere vittime. Nel Paese è record di morti e la situazione resta delicata. È la realtà più allarmante di tutta l’America Latina, ma Bolsonaro a lungo ha minimizzato sull’emergenza sanitaria in atto. Le sue scelte hanno generato non poche polemiche.

Intanto si stima che entro agosto 2020 il Brasile conterà “88mila morti”. A dichiararlo è l’università di Washington. Lo stesso presidente ha messo in guardia i suoi cittadini: “La gente scenderà in strada per la fame”.

Coronavirus in Brasile, l’allarme di Bolsonaro

Trend in rialzo in Brasile, dove non si arrestano i decessi per Covid-19. L’università di Washington ha previsto un aumento delle vittime, delineando un bilancio di 88.305 morti entro il mese di agosto. Stando a quanto emerso dalle analisi condotte dall’Institute of Metrics dell’Università di Washington, in Brasile la curva di decessi e contagi continuerà ad aumentare fino a luglio, quando si prevedono poco più di mille decessi al giorno.

Dopo il possibile picco di luglio, la curva si stabilizzerà e calerà gradualmente. Secondo lo studio statunitense, ad agosto ci saranno circa 780 morti in 24 ore.

Intanto mercoledì 13 maggio si è registrato un nuovo record di contagi, pari a 11.385. Il Brasile ha già superato la Francia. I morti hanno raggiunto la soglia dei 14mila. 203mila i casi confermati di Covid-19.

Durante i blocchi il presidente Bolsonaro si è scontrato con i governatori statali. A sua detta, infatti, “attraverso i lavori persi nel Paese si registrano più danni di quelli portati dalla malattia. Quindi ha dichiarato: “Arriverà al punto in cui le persone affamate scenderanno in strada”.

Solo una settimana prima il Ministero dell’Economia aveva previsto una contrazione dell’economia nazionale pari al 4,7% nel 2020. Si tratterebbe del più grande calo annuale. Per il ministero ogni settimana in più di quarantena costa all’economia brasiliana circa 2,5 miliardi di euro.

Contents.media
Ultima ora