×

Addio a David: il vecchietto che cullava i bimbi nati prematuri

David Deutchman aveva 86 anni, un passato come imprenditore: si prendeva cura dei bambini di Atlanta nati prematuramente.

David Deutchman

Gli Stati Uniti piangono la morte di David Deutchman, l’ex imprenditore di 86 anni che aveva deciso di dedicare la sua vita al bene del prossimo. Da buon nonno, David si prendeva cura dei bimbi di Atlanta nati prematuri, cullandoli e cantando loro ninne nanne.

Era conosciuto come il “nonno della terapia intensiva”. La sua nuova “professione” Deutchman la svolgeva presso l’ospedale pediatrico di Atlanta, in Georgia. Qui è stato il “nonno adottivo” di migliaia di bambini, per almeno 14 anni.

David: il “nonno” dei bimbi nati prematuri

I bimbi in terapia intensiva dell’ospedale pediatrico di Atlanta avevano un nonno speciale, David Deutchman. Per 14 anni l’86enne si era preso cura dei piccoli ospiti della struttura ospedaliera, cullandoli e cantando per loro ninne nanne.

È morto lo scorso 14 novembre a causa di un tumore al pancreas in stato avanzato che non gli ha lasciato scampo. David badava ai bambini le cui famiglie non avevano possibilità di farlo.

Famoso sui social

Susan Lilly, figlia di David Deutchman, ha ricordato il padre con tali dichiarazioni riportate da FanPage: “Il volontariato ha assolutamente arricchito la sua vita”. Era stato lo stesso ospedale pediatrico di Atlanta a far conoscere David condividendo sui social foto dell’uomo con in braccio i suoi “nipotini”.

Nel corso di un’intervista a 11 Alive, l’ex imprenditore aveva affermato: “Alcuni dei miei amici mi chiedono cosa faccio qui. E io dico: “Beh, tengo in braccio i bambini”. Mi vomitano addosso, mi fanno la pipì addosso e loro dicono: “Perché lo fai?”. Alcune persone semplicemente non capiscono il tipo di beneficio che può darti tenere semplicemente in braccio un bambino come questo”.

Contents.media
Ultima ora