×

Ex vicesindaco di Cesenatico inneggia al duce e militanti di FdI fanno il saluto romano

Nostalgia canaglia in Emilia Romagna: l'ex vicesindaco di Cesenatico Donini corre a Predappio ed inneggia al duce fra i militanti di FdI

Pier Luigi Donini e la foto che sta suscitando polemiche

Sta suscitando molto scalpore la foto postata su Facebook da un ex vicesindaco di Cesenatico che a margine di quello scatto inneggia al duce Benito Mussolini, tutto questo con militanti di FdI che fanno il saluto romano e con una parabola politica e nostalgica che a Pier Luigi Donini lo ha portato dalla Lega al partito della Meloni, dove però non ricopre incarichi.

Ex vicesindaco inneggia a Mussolini e posta la foto: “La fede non morirà mai, viva il Duce”

La foto in questione è quella in cui il già amministratore si è fatto riprendere in “camicia nera” davanti al sarcofago della cripta dove sono custodite le spoglie di Benito Mussolini. Poteva mancare la frase iconica e figa a tema? “La fede non morirà mai, viva il Duce”. E quel gesto non è certo passato inosservato, generando non poche polemiche sui social da parte di quanti hanno visto nella scelta di Donini una sorta di “provocazione”.

Inneggia al duce, la parabola politica di un ex vicesindaco scelto perché “duro” con gli immigrati

Donini ha una storia politica tutta incentrata su posizioni di destra, legittime e sacrosante ma a volte screziate di massimalismo: nel 2011 fu eletto in consiglio comunale con la Lega Nord Romagna, cioè quanto il centrodestra vinse le elezioni a Cesenatico. Da allora era stato assessore al Turismo e vicesindaco. Le analisi dei media locali spiegano che la sua posizione venne “imposta” perché il suo predecessore era considerato troppo “tenero” nei confronti di alcuni immigrati ospitati in una struttura del territorio.

Donini, l’ex vicesindaco che a furia di inneggiare al Duce lasciò il Carroccio ed approdò in FdI

Secondo quanto riportano i media locali Pier Luigi Donini poi si ricandiò nel 2016 ma non venne eletto. Dopo quella “delusione numerica” aveva lasciato il Carroccio e fatto il nido in Fratelli d’Italia, di cui però oggi non è più tesserato.

Rettifica dell’8 gennaio

In una precedente versione di questo articolo si diceva che il Pier Luigi Donini “sarebbe militante, però senza ruoli politici attivi, di Fratelli d’Italia”.

Come segnalato dal il coordinatore di FdI di Cesanatico Sebastiano Padovan: “Vorrei segnalare che la persona in questione non è più un tesserato di Fratelli d’Italia Cesenatico. Il quotidiano locale Corriere Romagna ha pubblicato in data 4 Gennaio un articolo in cui segnalava la notizia. Il 5 Gennaio, lo stesso giornale ha segnalato che il militante interessato ha abbandonato Fratelli d’Italia, e una volta chiuso il tesseramento 2021 non risulta iscritto al partito”.

Contents.media
Ultima ora