FIM, linea dura su Romano Fenati: squalificato fino al 2019
FIM, linea dura su Fenati: squalificato fino al 2019
Sport

FIM, linea dura su Fenati: squalificato fino al 2019

La Federazione Internazionale inasprisce la pena iniziale della Steward Panel: il pilota dovrà fermarsi per sei Gran Premi, fino al termine del 2018.

Si inasprisce la sanzione della Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) nei confronti di Romano Fenati, che sarà costretto a fermarsi fino al termine del 2018 per aver tirato il freno a Stefano Manzi a Misano, e perderà dunque sei Gran Premi e non soltanto due come era stato inizialmente stabilito dalla Steward Panel.

Fenati, la FMI lo squalifica fino a fine 2018

Addio al motociclismo o ritorno in pista una volta terminato il polverone mediatico? Ancora non si sa con certezza quale sarà il futuro di Romano Fenati in seguito all’episodio avvenuto al circuito di Misano, quando ha tirato il freno di Stefano Manzi durante una corsa di Moto 2.

Il pilota ascolano era già stato licenziato dal Team Snipers e aveva ricevuto la sospensione della licenza velocità da parte della Federazione Motociclistica Italiana in attesa che il caso venga poi riesaminato.

Nei giorni scorsi, tuttavia, si era diffusa l’indiscrezione secondo la quale si profilava per Fenati un nuovo ruolo di testimonial per la sicurezza in pista, una mossa volta a riabilitare l’immagine del motociclista.

Le voci avevano seguito le parole del presidente della FIM Vito Ippolito, che aveva rivelato di non voler infierire sul pilota, e le dichiarazioni di Manzi che si era detto pronto a perdonare il collega.

Ecco perché la decisione della FIM di inasprire lo stop di Fenati arriva in un momento inatteso, nel quale in molti si attendevano una linea più morbida nei confronti del motociclista. La nuova misura costringerà quindi l’ascolano, anche nel caso trovi una squadra per la prossima stagione, a saltare la fase dei test invernali.

Resta inoltre da vedere se la novità influirà sulle decisioni della FMI, che in seguito all’iniziale sospensione dovrà esprimersi nuovamente nei prossimi mesi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai 189 Articoli
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.