> > Finte assunzioni per ottenere permessi di soggiorno: 7 arresti a Torino

Finte assunzioni per ottenere permessi di soggiorno: 7 arresti a Torino

Guardia di finanza

Lavoro per ottenere i permessi di soggiorno. Il sistema delle finte assunzioni ha fatto arrestare 7 persone a Torino.

Finisce l’era di una banda che ha operato a Torino grazie all’aiuto di alcuni Caf (centri di accoglienza fiscale) offrendo finte assunzioni al fine di ottenre il permesso di soggiorno.

Al momento 7 persone sono finite in manette.

Finte assunzioni per ottenere permessi di soggiorno: 7 arresti a Torino

Ad essere assunti erano stranieri che grazie alla loro posizione attiva di lavoro potevano fare richiesta ed ottenre il permesso di soggiorno. Il modus operandi prevedeva che i cittadini stranieri per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale pagavano circa 1.000 euro a pratica. Come si legge su SkyTg24, Gli investigatori hanno individuato 65 false posizione lavorative, oltre 600 certificazioni uniche non veritiere, per un ammontare di oltre 6,5 milioni di euro.

I debiti nei confronti dell’Inps ammontavano a 350mila euro.

“Terra Promessa”: chi sono gli arrestatie quali sono i capi d’accusa

In manette ci sono finite 7 persone, tra queste: tre egiziani, un rumeno, due italiani e un bengalese. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, truffa aggravata in danno dello Stato, falsità ideologica e sostituzione di persona. L’inchiesta ha preso il nome di “Terra Promessa“.