×

Firenze, imprenditore in crisi si impicca

Condividi su Facebook

Ennesimo caso di suicidio dovuto a una crisi sul lavoro. È accaduto a Firenze e la vittima è un imprenditore titolare di una falegnameria.

La crisi lavorativa sembra aver colpito ancora una volta. Un imprenditore di 60 anni si è tolto la vita, questa mattina verso le 10.30, impiccandosi all’interno del capannone della sua azienda. Era il titolare di una falegnameria di Scandicci. I Carabinieri sono immediatamente intrervenuti nella struttura dove hanno rinvenuto il cadavere. Ancora poco chiare le ragioni che avrebbero condotto l’uomo al suicidio. Molto probabilmente la causa è riconducibile a una crisi depressiva causata da una situazione debitoria legata all’attività aziendale.

A trovarlo è stato il suo socio. Doveva presentarsi con lui oggi ad un appuntamento con Equitalia per discutere della rateizzazione del debito che aveva. Secondo quanto spiegato dai Carabinieri, l’imprenditore aveva un debito di 20 mila euro. L’uomo ha lasciato un biglietto di scuse destinato ai familiari.

La salma è stata subito trasferita all’istituto di medicina legale dell’Ospedale di Careggi dove verrà sottoposta ad autopsia, come la magistratura fiorentina ha immediatamente disposto.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.