> > Frasi sessiste al torneo di scacchi in diretta TV: "Non è un gioco per donne"

Frasi sessiste al torneo di scacchi in diretta TV: "Non è un gioco per donne"

Il momento dello squallido commento di Smirin

Durante un prestigioso torneo in Kazakistan l'ex campione pronuncia frasi sessiste al torneo di scacchi in diretta TV: "Non è un gioco per donne"

Bufera in diretta televisiva per le frasi sessiste al torneo di scacchi in diretta TV: “Non è un gioco per donne”.

A pronunciarle l’ex asso Ilya Smirin che è stato rimosso dal suo ruolo di commentatore durante un importante torneo ad Astana, in Kazakistan, quando ha messo in discussione nel più becero ed improbabile dei modi le qualità della scacchista cinese Zhu Jiner. La notizia, che ha fatto il giro dei social, è arrivata anche a portata della Fédération Internationale des Échecs (FIDE) e la reazione è stata immediata: la sua esperienza di commentatore in lingua inglese è finita lì. 

Frasi sessiste al torneo di scacchi

Il Gran Maestro l’ha detta fuori dai denti, quella frase: “Forse il gioco degli scacchi non è per donne”. In un primo momento secondo i media l’ex campione di scacchi ha anche tentato di smussare le sue affermazioni ma è riuscito solo a peggiorare la sua situazione. Smirin era considerato “tra i venti migliori al mondo quando era ancora in attività” ma come opinionista e soprattutto come essere umano non sta certo in cima ad alcuna classifica

“Stai dicendo che gli scacchi non sono da donne?”

Con lui una giocatrice cinese, tra l’altro Gran Maestro femminile. E Smirin, nel discutere con l’altra commentatrice accanto a lui, ha detto: “È una donna gran maestro o cosa?… Perché vuole essere come un uomo gran maestro in questo caso?”. E la sua interlocutrice: “Stai dicendo che forse gli scacchi non sono per le donne?“. E il “campione” ha detto la sua, scatenando legittimo polverone e provvedimento.