×

Giorgia Meloni, il discorso e le lacrime: “Ho subito il bullismo in adolescenza”

Intervistata a Verissimo, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha messo da parte la politica per raccontare di sé a cuore aperto.

Giorgia Meloni Verissimo

Svestiti per un giorno i panni della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni ha deciso di raccontare qualcosa di sè, ripercorrendo alcuni momenti salienti della sua vita in un’intervista a Verissimo. Ospite di Silvia Toffanin, Giorgia Meloni ha parlato di sè in una forma inedita.

Dal bullismo subito durante l’adolescenza, alla gravidanza che ha portato sei anni fa alla nascita della figlia Ginevra, passando per i rapporti con la sua famiglia e ad un padre per il quale non ha pianto al momento della sua morte. Non ultimo gli insulti da parte degli hater che le avrebbero addirittura augurato di abortire. Infine su chi le ha dato dell’omofoba, Giorgia Meloni ha chiarito ogni dubbio: “È falso e verificabile” le parole della Leader di Fratelli d’Italia. 

Giorgia Meloni Verissimo: “Mi chiamavano cicciona”

Un momento particolarmente è stato senz’altro quando la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha raccontato di essere stata durante l’adolescenza vittima di bullismo. “Mi chiamavano cicciona. I nemici hanno sempre un’utilità perché ti fanno crescere e mettere in discussione”, le sue parole. Aggiungendo tuttavia che non si è mai sentita discriminata per il fatto di essere donna, ma raccontando anzi che la vita l’ha portata a reagire “con la determinazione e il buon esempio”. 

Giorgia Meloni Verissimo – il rapporto con il padre

Durante l’intervista sono state dedicate parole amare per il padre che ha raccontato essere stato assente: “Mio padre non c’è mai stato. È andato via di casa quando avevo un anno […] quando avevo undici anni, lui fece un discorso che non si dovrebbe fare ad una ragazzina e io gli dissi ‘Non ti voglio vedere mai più’. Quando è morto non sono riuscita davvero a provare un’emozione, è come se fosse stato uno sconosciuto”. 

Non ultimo non è mancata una riflessione sui rapporti con la madre, la sorella nonché l’amore per il compagno Andrea Giambruno e la figlia Ginevra, passando per il rapporto con la madre e soprattutto per la sorella: “Mia mamma ha incontrato molte difficoltà nella vita, ha cresciuto due figlie da sola. A lei devo tutto. Il suo giudizio è uno dei pochi che temo di più. Mia sorella, invece, è stata la mia guida. Ancora oggi è l’unica persona con la quale ho fisicamente bisogno di parlare al telefono per chiacchierare, per sfogarmi, non c’è nulla di me che lei non conosca”.

Giorgia Meloni Verissimo – la smentita sull’omofobia

 Nel corso del suo intervento Giorgia Meloni ha messo a tacere le voci di chi la definiva omofoba dichiarando: “È falso e verificabile perché io faccio politica da trent’anni e in tutto il mio percorso non si trovano parole omofobe. Certe etichette si affibbiano alle persone per non doversi mettere a confronto”. 

Contents.media
Ultima ora