×

Green pass, nuove regole per le visite nelle Rsa: “7 giorni su 7 per 45 minuti”

Anziani e disabili ospiti nelle Rsa potranno ricevere visite dai loro cari. Lo ha deciso il Ministero della Salute fissando un "tempo congruo".

green pass rsa

Mentre si dibatte sulle nuove regole fissate dal green pass, obbligatorio dal prossimo 6 agosto 2021, il Ministero della Salute ha emesso una circolare che stabilisce nuove linee guida per l’ingresso nelle Rsa servendosi del certificato verde: di cosa si tratta.

Green pass, concesse finalmente le visite nelle Rsa

Per anziani e disabili chiusi nelle Rsa è stato un anno difficile. I più fragili si sono sentiti soli, spesso smarriti in una situazione di incertezza e confusione. Lontani dai propri cari, gli ospiti delle Rsa hanno sofferto a lungo il prolungato isolamento legato alle norme anti-Covid. Proprio all’interno delle strutture per anziani, il virus ha causato un alto numero di vittime.

In Italia e non solo, il Covid-19 ha fatto strage tra gli anziani, anche nelle Rsa dove si sono diffusi i contagi e si contano numerosi decessi. Le polemiche, soprattutto durante la prima ondata della pandemia, erano all’ordine del giorno, finendo spesso sulle prime pagine dei giornali. I numeri, tuttavia, restano in parte un mistero, perché non a tutte le vittime era stato eseguito un tampone che accertasse l’eventuale positività al Covid.

I dati parziali attestano oltre 10.000 anziani deceduti nelle Rsa. Lo confermerebbe una rilevazione condotta dall’Iss, per cui le vittime nelle strutture per anziani sarebbero tra le 9 e le 10mila.

Dopo un anno intenso, difficile, straziante ed estenuante, in cui tante famiglie hanno perso i propri cari, finalmente sono permesse le visite nelle Rsa, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

In particolare, sulla base della nuova circolare emessa dal Ministero della Salute, se in possesso di green pass sarà possibile fare visita ad anziani e disabili nelle Rsa per un “tempo congruo”.

Green pass per le visite nelle Rsa: le nuove regole

Stando a quanto stabilito dal Ministero della Salute, i parenti con ospiti nelle Rsa potranno fare visita all’interno delle strutture per un “tempo congruo”. 7 giorni su 7 sarà possibile fare visita ad anziani e disabili per un massimo di 45 minuti di permanenza nella struttura, purché il visitatore sia in possesso di green pass.

Nel rispetto della normativa vigente, si legge nella circolare: “Si richiama l’attenzione sull’opportunità di assicurare, ad un familiare dell’ospite della struttura Rsa purché munito delle certificazioni verdi Covid-19, l’accesso alle Rsa e alle residenze assistenziali per persone con disabilità, tutti i giorni della settimana anche festivi, garantendo che la visita si svolga in un tempo congruo al bisogno di assistenza di durata possibilmente sino a 45 minuti”.

Nella circolare, inoltre, il Ministero fa appello agli assessorati regionali affinché effettuino controlli a campione sull’applicazione di tutte le misure, protocolli e linee guida adottati in materia” e per “garantire la massima diffusione delle indicazioni operative a tutte le strutture del Servizio sanitario nazionale”.

Green pass per le visite nelle Rsa: ipotesi tamponi rapidi

Commentando la possibilità di accedere alle Rsa attraverso l’esecuzione di tamponi antigenici rapidi, nella circolare del Ministero della Salute si raccomanda di “valutare tale misura precauzionale con la massima cautela, onde evitare che possa rappresentare una limitazione non giustificata al diritto di visita”.

Infine, “con riferimento alle uscite temporanee degli ospiti dalla strutture residenziali”, nel testo si ricorda che “è sufficiente che tali soggetti siano muniti delle certificazioni verdi Covid-19, senza che sia necessario dopo il rientro ricorrere a specifiche misure di isolamento se non in casi particolari rimessi alle decisioni delle direzioni sanitarie”.

Contents.media
Ultima ora