×

Christian Dior: la biografia dello stilista che ha rivoluzionato la moda

Christian Dior è stato uno degli stilisti più apprezzati nel mondo della moda a livello mondiale grazie alla sua grande passione e alle creazioni innovative che hanno lasciato il segno.

La biografia di Christian Dior.
La biografia di Christian Dior.

La moda internazionale è il frutto della fantasia e della bravura di molti stilisti, definiti spesso dei geni. È il caso di Christian Dior, stilista di fama mondiale di cui vediamo la biografia. Ci ha lasciato oltre sessanta anni fa, lasciando un vuoto incolmabile nel mondo della moda.

La sua storia ha da sempre destato molto interesse in quanto sin dall’infanzia ha avuto una propensione all’arte e alla moda: prerogative che gli hanno dato la forza di arrivare ad essere tra gli stilisti più apprezzati e amati a livello internazionale.

Christian Dior: la biografia

Christian Dior nacque in Francia, a Granville, il 21 gennaio del 1905, figlio secondogenito di cinque fratelli di un industriale e produttore di fertilizzanti e di una casalinga. Dal 1920, anno in cui con la famiglia si trasferì a Parigi, al 1925, frequentò la scuola di Scienze Politiche contro il suo volere, per assecondare i genitori che desideravano per lui una carriera politica.

Stanco di questa scuola, Christian lasciò gli studi e grazie all’aiuto economico del padre decise di aprire una piccola galleria d’arte. Durò pochissimi anni, in quanto subì alcune disgrazie come la morte di un fratello, di sua madre e il crollo finanziario della famiglia.

La sua passione per la moda lo portò a lavorare per Robert Piguet, uno stilista francese e scopritore di talenti al quale vendette degli schizzi di abiti. Interruppe il lavoro con Piguet per il servizio militare e al ritorno riuscì a entrare nella casa di moda di Lucien Lelong diventando, insieme a Balmain, lo stilista principale. Nel 1946 finalmente arrivò la svolta: riuscì ad aprire una boutique di moda tutta sua che finalmente lo fece entrare nell’olimpo della moda internazionale.

Gli anni del grande successo

Il successo di Christian arrivò insieme all’atelier dove disegnava accuratamente lui i vestiti.

Le sue creazioni in quel periodo erano sinonimi di stile e femminilità nuovi. I suoi primi modelli di abiti, che ancora adesso si vedono nelle sue sfilate, volevano una donna con le spalle arrotondate. La gonna doveva essere larga e lunga, quasi rasente al suolo; i bustini di pizzo e merletti dovevano cingere la vita imponendo la silhouette a clessidra.

L’abbondanza delle stoffe e dei tessuti utilizzati, contribuì a far risalire l’industria tessile da un periodo non proprio roseo. Questa linea di abiti venne denominata da alcuni giornalisti famosi di moda New Look. Ne derivò subito un passaparola enorme e un successo stupefacente tanto da aprire una boutique oltreoceano nella splendida New York.

Una collezione dopo l’altra

Le sue collezioni ogni anno attiravano un sacco di donne che, ammaliate da questa sua moda così innovativa, lo portarono a essere lo stilista più influente del mondo.

Nonostante il suo successo, dovette fare i conti anche con un gruppo di femministe che lo accusarono di usare le donne come delle decorazioni e di fare un uso eccessivi di tessuti, visto che all’epoca il vestiario era molto limitato. Dior, imperterrito, continuò a creare e tra le sue collezioni ne spicca una un po’ diversa dal solito denominata Il Mughetto: una collezione più fresca, più versatile, più giovanile, dal discreto successo.

La morte di Christian Dior

Colto da un collasso cardiaco il 24 ottobre 1957, Dior muore a 52 anni in una stanza di albergo di Montecatini Terme, dopo aver trascorso una serena serata con amici.

Dopo la sua morte i giornali esternarono il dispiacere di tutti e qualcuno azzardò scrivendo che ormai Christian non avesse più nulla da dire e da creare, avendo completato la sua produzione perfettamente ed egregiamente. La maison continua tuttora a creare capolavori della moda indiscussi, portando sempre più in alto il nome di Christian Dior.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche