×

Il figlio di un no-vax morto: “Mio padre ucciso per le bugie in rete. Io sono corso a vaccinarmi”

Il racconto del figlio di un no-vax morto di Covid: "Appena mio padre è entrato in terapia intensiva sono corso a vaccinarsi"

no vax

Il padre no-vax è morto di Covid dopo otto giorni di ricovero, il figlio è corso a vaccinarsi: “Quando mio papà è stato ricoverato in terapia intensiva ho cambiato idea”.

Mestre, muore 63enne no-vax dopo essere stato ricoverato

“Non ho tempo di parlare sto portando mia nonna in ospedale“: così Valentino Montalbano, che ha appena perso il padre per il Covid, risponde ai microfoni del Corriere.

L’intera famiglia Montalbano è stata contagiata: il padre, convinto no-vax, è morto, la nonna ora è in ospedale. Valentino e il fratello hanno perso il padre Bruno pochi giorni fa: il 63enne, operaio altamente specializzato dell’Aprilia residente a Mestre e convinto no-vax, è morto dopo il ricovero in terapia intensiva. La famiglia Montalbano ha contratto il Covid a fine novembre: “Mia madre è guarita e sta bene; mia nonna fino a poco tempo fa non aveva avuto nessun problema -racconta Valentino-.

Anche loro due, come mio papà, non si sono mai vaccinate“.

No-vax muore di Covid, il figlio: “Sono corso a vaccinarmi”

Il giovane di Mestre racconta che appena suo padre è entrato in terapia intensiva è corso a vaccinarsi. Valentino Montalbano, infatti, non aveva ancora voluto ricevere il siero anti-Covid: “Sono giovane, studio ancora, e sto sempre molto attento nelle relazioni sociali. Da mesi non esco praticamente mai di casa, vedo poche persone e quindi il rischio non mi è mai sembrato elevato -dice-.

Quando mio papà è stato ricoverato in terapia intensiva ho però cambiato idea e sono andato a fare subito il vaccino”. Per il padre, invece, non c’è stato tempo di cambiare idea: “Era una persona modesta ma molto generosa e disponibile. Era però anche molto testardo, fermo nelle sue convinzioni e al quale era difficile far cambiare idea” racconta il figlio.

Muore no-vax, il figlio: “Colpa delle bufale sul web”

Valentino Montalbano racconta perchè il padre Bruno non voleva vaccinarsi: “A causa di tutte le stupidaggini sul Covid e i vaccini che circolano sul web e nelle chat di WhatsApp e Telegram. Ci sono un sacco di fake news in giro e non è per niente facile avere informazioni reali sulla malattia -spiega-. Non ti dicono, per esempio, che puoi morire in otto giorni come accaduto a mio papà. Quando è arrivato all’ospedale di Dolo aveva già i livelli di ossigeno bassissimi. Nonostante gli sforzi dei medici non c’è stato nulla da fare: è morto da solo, il giorno del compleanno di sua mamma“. Il padre, soggetto a rischio, non aveva ceduto alle pressioni del figlio: “Era in sovrappeso e anche se non aveva patologie pregresse aveva avuto alcuni problemi in passato. Vista la sua età gli avevo detto più di una volta che era una persona a rischio, ma aveva scelto lo stesso di non vaccinarsi”. 

Mestre, giovane si ritrova con il padre no-vax morto e la nonna ricoverata

Su come il padre possa essersi contagiato, Valentino ha un’idea: “Ho delle ipotesi ma nulla di certo. Mia nonna era da poco tornata da un ricovero in ospedale e potrebbe averlo preso da lei. Potrebbe però anche essersi contagiato al lavoro o quando andava nei punti tamponi dove tutti i non vaccinati si recano ogni due giorni per ottenere il green pass”. Poco importa, ora: Valentino deve sperare che la nonna si salvi e, nel frattempo, ricordare il padre. “In questo momento non ho nemmeno tempo di avere paura. Sto andando in ospedale e domani [oggi, 11 dicembre, ndr] ci sono i funerali di mio papà”. 

Contents.media
Ultima ora