×

Incidente ospedale, uomo ucciso da macchina per risonanza

Drammatico incidente ospedale in India. A Mumbai un uomo di 32 anni è morto, ucciso risucchiato dalla macchina per la risonanza magnetica

default featured image 3 1200x900 768x576

Terribile incidente ospedale a Mumbai, in India. Rajesh Maru, 32 anni, è morto risucchiato dalla macchina per la risonanza magnetica del Nair Hospital. L’uomo era entrato nella stanza per accompagnare un parente anziano. Aveva con se una bombola di ossigeno, che è stata risucchiata assieme a Rajesh Maru nella macchina.

Questa, doveva essere spenta, e dei medici avevano dato l’ok alla povera vittima per entrare nella stanza.

Incidente ospedale India

Una maledetta disattenzione è costata la vita di un uomo di 32 anni, Rajesh Maru. Il ragazzo si era recato nel Nair Hospital di Mumbai per accompagnare un parente anziano alla risonanza magnetica. aveva con sé una bombola di ossigeno che gli è stata fatale. La bombola infatti, non appena introdotta nella stanza, è stata risucchiata dalla macchina per la risonanza, e con questa anche il ragazzo.

Il metallo contenuto da quella bombola non poteva e non doveva essere introdotto in quella stanza. Tuttavia, nessuno dello staff ha fatto qualcosa per salvare il povero Rajesh Maru dal suo tragico destino. Nessuno l’ha fermato e ha fatto un controllo approfondito. Non solo, Dei medici gli avrebbero confermato che poteva entrare perché la macchina era spenta, quindi non ci sarebbe stato nessun pericolo. Invece quella era accesa.

Le macchine per le risonanze infatti utilizzano un forte campo magnetico per riprodurre le immagini di organi del corpo.

La mano di Maru è rimasta intrappolata tra la macchina e la bombola di ossigeno. Il campo magnetico non gli ha dato la possibilità di allontanarsi.
A questo punto, lo sfortunato Rajesh Maru non ha potuto non inalare tutto il gas fuoriuscito dalla bombola durante l’impatto.

incidente ospedale

Reazione famiglia

La famiglia del giovane Rajesh Maru è ovviamente in stato di choc. Sopravvivere ai propri figli è dolorosissimo ed inaspettato. Nessun genitore dovrebbe subire questo dolore tremendo. Sotto accusa il personale ospedaliero, che secondo i parenti della giovane vittima, non avrebbe detto loro che la macchina era accesa. I familiari della vittima dell’incidente ospedale riceveranno un risarcimento del valore di circa 5500 dollari americani. Ma niente potrà fargli abbracciare in vita il povero Rajesh Maru.

l’indagine

Ramesh Barbal, portavoce dell’ospedale di Mumbai, ha dichiarato che è stata subito avviata un’indagine per determinare le cause della morte. Il filmato delle telecamere a circuito chiuso è stato acquisito dalla polizia. Le forze dell’ordine hanno arrestato due persone, un medico ed un altro membro dello staff, accusati di aver causato la morte dello sfortunato Rajesh Maru per negligenza.
Purtroppo, quindi, molto probabilmente non si tratta di una fatalità, ma di una terribile ed imperdonabile disattenzione. Se l’incidente ospedale ha avuto luogo, è perché qualcuno non ha fatto il suo dovere. Inevitabile quindi, che si prendano dei provvedimenti, e che chi ha sbagliato venga rimosso e sostituito da personale più competente ed attento. Queste cose non possono e non devono succedere, perché la posta in gioco è troppo alta.

Contents.media
Ultima ora