India: autista Uber ubriaco, passeggero si mette alla guida
India: autista Uber ubriaco, passeggero si mette alla guida
Esteri

India: autista Uber ubriaco, passeggero si mette alla guida

Uber

Un ragazzo si affida all'app di Uber per tornare a casa dopo un viaggio in aereo ma si ritrova con un autista completamente ubriaco.

Un passeggero indiano di Uber ha denunciato su Twitter di essere stato costretto a mettersi al volante dell’auto prenotata perché l’autista era completamente ubriaco. La multinazionale con sede a San Francisco assicura che l’account del guidatore è stato sospeso perché, dice, “interveniamo molto seriamente” in questi casi.

Autista Uber ubriaco

“Il viaggio di ritorno dall’aeroporto di Bangalore non era esattamente quello che mi aspettavo. L’autista era ubriaco e addormentato. Ho dovuto spostarlo da un lato e ho guidato fino a casa” rivela tra il serio ed il faceto Surya Oruganti. L’uomo infatti ha raccontato su Twitter la sua odissea quando giunto all’aeroporto Kempegowda. Per spostarsi, Surya si è quindi collegato all’app di Uber ed ha richiesto un’auto. Il problema è che alla guida c’era un uomo in evidente stato di ebrezza, il che non rendeva il viaggio certamente sicuro.

Sempre via Twitter, Surya si è quindi rivolto direttamente a Uber invitando la multinazionale con sede a San Francisco a “risolvere questo tipo di problemi”. “Ecco un video del guidatore così ubriaco da non sapere nemmeno di essere registrato” sottolinea infatti l’uomo, postando un filmato dove si vede l’autista che cerca di dare confusamente alcune spiegazioni a Surya.

Successivamente, lo sfortunato cliente informa i suoi follower di essere stato contattato da Uber il quale lo avrebbe quasi rimproverato. “Hanno detto che non avrei dovuto guidare il taxi perché è un problema di sicurezza e che istruiranno l’autista e che potrebbero revocare la sua licenza in caso di recidiva”, spiega.

Dopo le proteste di molti utenti, Uber ha quindi confermato di aver “segnalato l’account del guidatore” precisando che “il suo accesso alla app è stato bloccato”. “Ehi Surya, grazie ancora per aver parlato con noi. – conclude la società – Vorremmo assicurarti che interveniamo molto seriamente quando accadono certi incidenti”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche