×

Kherson caduta in mano ai russi, è la prima città conquistata da Putin

Dopo un pomeriggio ed una notte di resistenza solo da parte dei civili la città di Kherson è caduta in mano ai russi, è la prima città conquistata da Putin

Un tank leggero all'ingresso di Kherson

La notizia è di queste ore ed è ufficiale: Kherson è caduta in mano ai russi, è la prima città conquistata da Putin e nella notte gli ufficiali comandanti le forze di accerchiamento sono arrivati in comune. Si tratta di una grande città di circa 300mila abitanti nel settore del Mar Nero, a nord-ovest della penisola di Crimea.

Kherson viene considerata strategica perché il suo controllo permetterà ai russi di governare quasi tutta la costa sud dell’Ucraina e puntare verso Odessa.

Kherson caduta in mano ai russi, la conferma del sindaco

A dare la notizia della caduta di Kherson è stato il New York Times che ha citato il sindaco Igor Kolykhaev. Ha spiegato il primo cittadino: “La città è circondata, l’esercito ucraino qui non c’è. Le forze ucraine si sono ritirate verso Mykolaiv, a nord-ovest”.

Kolykhaev ha poi spiegato che una decina di ufficiali russi armati, tra cui il comandante delle forze che hanno attaccato la città, è entrata nell’edificio del Comune.

Una nuova amministrazione separatista

A Kolykhaev è stato detto che i russi stanno progettando di istituire una nuova amministrazione sul modello di quelle delle zone separatiste orientali di Donetsk e Lugansk. Le forze meccanizzate della Federazione Russa erano entrate a Kherson nella serata del primo marzo.

Dal canto suo il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov ha confermato: “Le divisioni delle forze armate russe hanno preso il pieno controllo del centro regionale di Kherson”.

Contents.media
Ultima ora