> > Kiev, la Cattedrale di S.Sofia nel mirino dei russi? L'allarme dell'ambasciat...

Kiev, la Cattedrale di S.Sofia nel mirino dei russi? L'allarme dell'ambasciata ucraina presso la S.Sede

Cattedrale Santa Sofia Kiev

La cattedrale simbolo di Kiev potrebbe subire un attacco aereo. L'arcivescovo maggiore, monsignor Sviatoslav Shevchuk, invita tutti i cristiani a pregare

Simbolo di Kiev e dichiarata patrimonio dell’Umanità nel 1990, la Cattedrale di Santa Sofia sarebbe uno degli obiettivi delle truppe russe. A darne notizia è l’ambasciata ucraina presso la Santa Sede

L’allarme dell’ambasciata ucraina presso la S.Sede

In base a quanto afferma l’agenzia russa Tass, oggi si dovrebbe tenere in Bielorussia il “secondo round” dei colloqui diplomatici per trovare almeno una tregua dal conflitto.

Ma i segnali che arrivano non sono di certo incoraggianti. Così mentre le forze armate russe stanno attaccando molti quartieri di Kiev, l’ambasciata ucraina presso la S.Sede -che arriva dalla Chiesa greco-cattolica ucraina (Ugcc) – lancia un inquietante allarme: “L’intelligence ritiene che l’esercito russo starebbe preparando un attacco aereo sulla Cattedrale, patrimonio dell’Unesco”. Un allarme poi ripreso dalla pagina twitter del Parlamento ucraino.

La cattedrale di Kiev (di nuovo) in pericolo

Dichiarata patrimonio dell’umanità nel 1990, la cattedrale di Santa Sofia – la sua costruzione fu avviata nel 1037 – è considerata il simbolo della storia di Kiev. Dopo incendi, spoliazioni e attacchi di ogni genere, nel 1917 il governo russo ne aveva deciso la distruzione e si salvò grazie all’appello di storici e scienziati.

L’appello dell’arcivescovo maggiore: “Non commettete questo crimine”

Ora l’appello proviene dall’arcivescovo maggiore, monsignor Sviatoslav Shevchuk che invita tutti i cristiani “a pregare per il santuario spirituale dei popoli slavi” ed esorta ad astenersi da questo orribile atto di vandalismo.

“Possa Santa Sofia, la Sapienza Divina” – è l’invocazione dell’arcivescovo -” far rinsavire coloro che hanno deciso di commettere questo crimine”.