×

L’indice Rt è affidabile? L’opinione delle Regioni e degli esperti: “Va rivisto”

L'indice Rt è davvero affidabile come dicono? Secondo gli esponenti delle Regioni e gli esperti andrebbe rivisto.

Roberto Speranza

Uno dei dubbi di questi giorni riguarda l’indice Rt, che potrebbe non essere così affidabile come si pensava. Gli esponenti delle Regioni e alcuni esperti sono d’accordo su questo punto di vista e pensano sia il caso di rivederlo

Indice Rt affidabile? La risposta degli esperti

L’indice Rt è quello che fino ad ora ha determinato le chiusure in Italia e il cambio di colore delle Regioni. Ora si è scoperto che potrebbe non essere così affidabile come si pensava. A dirlo sono principalmente i dati, ma esponenti delle Regioni ed esperti sembrano d’accordo. In questi giorni sta arrivando la risposta. L’Rt continua a salire, ma gli ospedali si stanno svuotando. In base a questo parametro scelto per determinare chiusure e aperture, parte dell’Italia rischia di chiudere di nuovo, mentre l’epidemia sembra essere a tutti gli effetti in regressione e la campagna vaccinale sta procedendo molto bene.

Per questo è scoppiata una vera e propria guerra all’indice Rt, capitanata dai governatori delle Regioni, che consultano l’indice sapendo che la minima oscillazione di questo dato potrebbe portarli nuovamente in zona arancione, con molte attività chiuse. 

Indice Rt affidabile? La richiesta al Governo

Alessandra Ziniti, su Repubblica, ha spiegato che è stata fatta una richiesta molto urgente al Governo e all’Istituto superiore di sanità per rivedere il meccanismo di valutazione del rischio, dando più importanza ai dati delle ospedalizzazioni piuttosto che all’Rt relativo ai contagi.

A decidere il passaggio di zona è un meccanismo formato da 21 parametri che ruota intorno all’indice di contagio e che misura il livello di rischio di una situazione che si basa sulle due settimane precedenti. Un sistema che non è affidabile. L’incidenza dei contagi ogni 100.000 abitanti è relativa alla settimana precedente. Chi supera i 250 casi finisce in zona rossa, chi scende sotto i 50 arriva in zona bianca. I parametri sono contraddittori. Ci sono Regioni con l’indice Rt in crescita, ma con un numero di ospedalizzazioni molto basso. Queste Regioni potrebbero tornare presto in zona arancione, ma i dati non sono per niente affidabili. 

Indice Rt affidabile? Nuova decisione

Altro paradosso della regola dell’Rt, la Sardegna è una delle tre sole Regioni rimaste in arancione nonostante la sua situazione epidemiologica sia una delle migliori in Italia: Rt in calo a 0,69 ben al di sotto della media nazionale e incidenza a 63, vicinissima al traguardo della zona bianca, e la più bassa d’Italia dopo il Molise. E sull’indifferibilità del cambiamento dei criteri di valutazione del rischio concordano ormai tutti gli esperti” ha spiegato Ziniti. Ora il ministro della Salute, Roberto Speranza, dovrà prendere in mano la situazione, valutare le richieste e arrivare ad una nuova decisione molto importante. 

Contents.media
Ultima ora