> > Ladri nel cimitero di Manduria: rubati i denti d'oro di un defunto

Ladri nel cimitero di Manduria: rubati i denti d'oro di un defunto

Ladri cimitero

Il corpo dell'uomo era stato esumato qualche giorno prima e i suoi resti erano stati messi in apposite urne nella parta più bassa della tomba.

Alcuni ladri hanno aperto una celletta ossario del cimitero di Manduria, in provincia di Taranto, per rubare la mascella inferiore di un uomo morto circa 30 anni prima e portare via i due molari d’oro del defunto.

I familiari si sono accorti del furto

Ad accorgersi del furto i familiari dell’uomo, che, quando sono andati a trovarlo al cimitero domenica 22 gennaio 2023, hanno notato che la lastra a chiusura della tomba era stata danneggiata, mentre era sparito il marmo che chiudeva il loculo ossario.

I ladri sono entrati nel cimitero tra sabato e domenica

Gli addetti del cimitero hanno ispezionato il luogo e confermato l’ipotesi iniziale.

Il corpo del defunto era stato esumato venti giorni prima e i resti erano stati posti in apposite urne deposte nella parte inferiore della tomba dal personale dell’impresa che si occupa dei servizi cimiteriali per conto del comune.

I profanatori, tra sabato 21 e domenica 22 gennaio, sono entrati nella fossa a lato della tomba, profonda un paio di metri, e hanno distrutto i tufi che chiudevano l’intercapedine.

Hanno però lasciato aperta la botola, che ha evidenziato la violazione. I familiari del defunto hanno presentato denuncia contro ignoti alla Polizia di Stato di Manduria.

Leggi anche: Carnevale di Viareggio, morto l’ex presidente della Fondazione, Ivano Nocetti

Leggi anche: Tasso alcolemico tre volte oltre il consentito: patente ritirata e sequestro del mezzo