×

Lavatrice piccola: quale comprare

default featured image 3 1200x900 768x576

Ormai la scelta di un elettrodomestico diventa sempre più importante. Vediamo cosa fare se dobbiamo comprare una lavatrice piccola

Se abbiamo a disposizione poco spazio nella nostra casa, quando dobbiamo scegliere una lavatrice purtroppo non potremo acquistarla basandoci sui normali criteri, ovvero guardando quanto consuma oppure la classe di efficienza (A, A+, A++) ma dovremo per forza scegliere una lavatrice di dimensioni adatte per essere inserita nella zona, piccola, a lei destinata.

Dunque stiamo parlando di una lavatrice piccola o salvaspazio. Andiamo a vederne le caratteristiche. Di solito questo tipo di lavatrici hanno la carica frontale, e possono arrivare a lavare circa 4-5 kg di bucato; le misure delle lavatrici piccole vedono una profondità di circa 40-45 cm; esistono lavatrici ancora più piccole, con soli 35 cm di profondità, che però possono caricare solo fino a 3 kg di bucato.

Dunque bisogna stare ben attenti a quelle che sono le abitudini di lavaggio. Esistono ovviamente particolari lavatrici che hanno misure completamente personalizzabili; non a caso non sono prodotti in serie e hanno un prezzo piuttosto alto.

Nel caso in cui si voglia posizionare la lavatrice piccola in cucina, inoltre, per risparmiare ancora spazio possiamo scegliere tra gli elettrodomestici da incasso. Si tratta di lavatrici che non hanno i pannelli laterali, e anche grazie a questo, possono essere incassate per l’appunto in un modulo della cucina, e poi essere coperte dallo sportello di qualsiasi mobile.

Risulta però poco pratico posizionare in un mobile da incasso una lavatrice con carica dall’alto, per questo, un tale tipo di lavatrici ha sempre la carica frontale.

Le misure delle lavatrici da incasso non sono diverse da quelle normali, perché la maggior parte dei mobili della cucina ha le dimensione adatte per poter “incassare” la lavatrice.

Contrariamente all’opinione comune, questa mancanza di rivestimento non causa una maggiore rumorosità dell’elettrodomestico. Infatti la lavatrice mantiene al suo esterno tutto l’involucro che funziona da fonoassorbente, quindi la differenza è puramente estetica. I moduli delle cucine sono in genere profondi 60 cm e larghi altrettanto,quindi le dimensioni della lavatrice saranno le stesse.

Molto spesso, infine, nei piccoli appartamenti di città o nei monolocali, le dimensioni abitative sono piuttosto ridotte. È questa un’altra occasione in cui si necessita di una lavatrice piccola.

Per fortuna, in una richiesta di mercato sempre più diffusa, le più grandi case produttrici di elettrodomestici stanno lanciando sempre nuovi modelli per risolvere il problema, con lavatrici salvaspazio, dall’altezza e profondità ridotta, ma con una buona capienza di carico e consumi ridotti. Un modello salvaspazio è certamente la lavatrice con carica dall’alto, più piccola anche di 20 cm rispetto a un modello standard. Ma non mancano buone soluzioni al problema anche da lavatrici con carica frontale come la lavatrice Candy GrandOvita slim con capacità di carico fino a 8kg di indumenti e una profondità di soli 42 cm e un grande risparmio energetico (classe A+++).

Se avete appena comprato casa, traslocato o avete intenzione di cambiare la vostra lavatrice, vi proponiamo questo modello prodotto da Candy, azienda italiana specializzata nella produzione di elettrodomestici.

Per chi invece magari vive da solo e non ha necessità di grandi carichi una soluzione interessante sono i modelli con capacità di carico da 3Kg, come,ad esempio il modello Microwash Rex Electrolux, compatto ma dotato di svariati programmi e di classe A. Ottima per evitare sprechi inutili!

Contents.media
Ultima ora