×

Le forze speciali ucraine hanno ucciso il quarto generale russo, è Oleg Mityaev

L'annuncio del funzionario della Difesa Gerashenko e di Zelensky: le forze speciali ucraine hanno ucciso il quarto generale russo, è Oleg Mityaev

Il generale Oleg Mityaev

Secondo fonti del ministero dell’Interno ucraino le forze speciali di Kiev hanno ucciso il quarto generale russo, è Oleg Mityaev, finito in tacca di mira dei militari del battaglione Azov che lo hanno ammazzato a Mariupol. A dare la notizia il funzionario ministeriale Anton Gerashenko, che viene citato dalla Bbc.

Non esistono allo stato dell’arte conferme russe o indipendenti, ma c’è una macabra foto di un alto ufficiale a cui i fanti Azov hanno calato l’elmetto sul viso e a cui in segno di spregio hanno messo una spallina come una sorta di barba posticcia. 

Ucciso dai soldati dell’Azov il generale russo Mityaev

Lo stesso Volodymyr Zelensky nel suo appello notturno aveva annunciato l’uccisione di un altro generale russo, il quarto dall’inizio del conflitto.

Il 47enne Mityaev era un veterano della campagna di Siria e guidava la 150ma divisione motorizzata fucilieri. Gli incursori Azov avrebbero ucciso non solo il generale ma anche un commando spetsnaz russo composto da sette effettivi. 

Ex comandante in Siria e capo delle operazioni in Donbass

Mityaev era una vecchia conoscenza del reggimento Azov: aveva guidato le truppe russe nel 2014 nel Donbass. I militari di Kiev hanno ucciso in 20 giorni dieci membri del comando delle truppe russe e quattro di loro erano generali: oltre a Mityaev, Vitali Gerasimov,  Andriy Kolesnikov e la testa di cuoio Andriy Sukhovetsky, più tre colonnelli e tre tenenti colonnelli.

A riferirlo è il Center for Countering Disinformation del National Security and Defense Council dell’Ucraina. 

Contents.media
Ultima ora