×

Ricordati di me: trama, trailer e recensione del film su Netflix

Condividi su Facebook

In streaming il film italiano Ricordati di me (2003), quarta pellicola del pluripremiato regista romano Gabriele Muccino.

Disponibile in streaming su Netflix il film italiano Ricordati di Me (2003) del regista Gabriele Muccino, conosciuto in tutto il mondo per successi commerciali come La ricerca della felicità (2006).

La trama

La pellicola parla della famiglia Ristuccia, una nucleo famigliare all’apparenza normale e molto unito.

In realtà ognuno dei suoi membri nasconde un segreto: il capofamiglia Carlo (Fabrizio Bentivoglio) sogna di far lo scrittore ma lavora come assicuratore con scarso successo; la moglie Giulia (Laura Morante) è una professoressa che sogna di far l’attrice ed è segretamente infatuata del regista di uno spettacolo teatrale in cui lei dovrà recitare; i due figli Paolo (Silvio Muccino) e Valentina (Nicoletta Romanoff) convivono con i propri problemi da adolescenti tra amori e sogni futuri.

Ad inceppare il fragile meccanismo famigliare sarà l’arrivo di Alessia (Monica Bellucci) che inizierà una relazione extraconiugale con Carlo che metterà in crisi tutti i componenti della famiglia.

Il cast

Il capofamiglia Carlo è interpretato da Fabrizio Bentivoglio, attore teatrale che iniziò la carriera cinematografica negli anni ’80 lavorando con alcuni dei più importanti registi italiani contemporanei come Gabriele Salvatores, Paolo Virzì e col premio Oscar Paolo Sorrentino. Laura Morante, interprete di Giulia, è principalmente conosciuta per la sua magnifica interpretazione nel film La stanza del figlio (2001) dell’acclamato regista Nanni Moretti, che le varrà il premio come migliore attrice protagonista ai David di Donatello.

La giovane Nicoletta Romanoff, dopo il successo legato a questo film, lavorerà con Carlo Verdone nel film Posti in Piedi in paradiso (2012) per poi tornare 17 dopo a lavorare con Gabriele Muccino nell’ultimo film A casa tutto bene (2020). Silvio Muccino, fratello di Gabriele, esordirà come attore a soli sedici anni nel film Come te Nessuno Mai (1999) diretto proprio dal fratello con cui lavorerà in altre tre pellicole.

Il suo nome è legato prettamente al film a episodi Manuale d’amore (Giovanni Veronesi,2005) che farà conoscere il suo nome e talento in tutt’Italia.

Nei panni dell’ex fiamma di Carlo, la bellissima attrice Monica Bellucci capace di ottenere enorme successo internazionale grazie alla sua apparizione in film d’importanti registi stranieri come Gaspar Noè, Francis Ford Coppola, Terry Gilliam, le sorelle Wachowsky e Mel Gibson. Nel 2018 è inoltre diventata membro fisso della minoranza italiana che vota i premi Oscar negli USA.

La recensione di Ricordati di me

Muccino mette in scena un attacco critico alla famiglia medio borghese italiana, mostrando come sotto una maschera si possano nascondere nevrosi e frustrazioni tipiche dei nuclei famigliari italiani. Peccato che quest’attacco, elemento caro e ricorrente nella filmografia del regista, sia portata avanti da dei personaggi fortemente stereotipati come se si trattasse di una favola ripetuta all’infinito che ci siamo ormai stancati di risentire per l’ennesima volta, dato che sapremmo già come andrà a finire.

Nonostante la trama, i personaggi e i plot twist risultino banali, il film risulta comunque godibile e a tratti interessante grazie ad una buona recitazione e ad una regia che permette allo spettatore di non distrarsi mai, seguendo costantemente la traiettoria e le interazioni dei vari componenti della famiglia. Un’occasione sprecata che con una maggior caratterizzazione dei personaggi e alcune scelte più coraggiose in fase di sceneggiatura lo avrebbero reso un film molto più che discreto, addirittura memorabile.

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessio Balbi

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror.

Leggi anche

Contents.media