×

M5S, Conte in prima linea per rifondare il Movimento

L'ex premier Giuseppe Conte è intervenuto all'assemblea del Movimento 5 Stelle. Al centro la rigenerazione del movimento dall'interno.

M5S Conte assemblea

L’ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte con un intervento pieno di progetti per il futuro è intervenuto in diretta streaming all’ assemblea del Movimento 5 Stelle che ha avuto luogo giovedì primo aprile alle ore 21.30. Molti sono i temi trattati da Giuseppe Conte a cominciare dal futuro del Movimento che lo vedrà protagonista di una vera e propria rigenerazione senza tuttavia dimenticare di guardare al passato – ha sottolineato Conte.

A partecipare all’assemblea del partito grillino europarlamentari, consiglieri regionali e amministratori locali.

M5S, il discorso di Conte all’assemblea

Piattaforma Rousseau, limite del secondo mandato ma anche le linee guida che tracceranno la strada del movimento 5 stelle. Sono queste alcuni dei temi sul tavolo dell’assemblea Cinque Stelle alla quale intervenuto in diretta streaming alle ore 21.30 del primo aprile l’ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Un intervento tra l’altro annunciato dallo stesso Conte la stessa mattina sul suo canale Facebook.

A commentare l’atteso intervento dell’ex premier il senatore Primo Di Nicola che in una nota citata da “La Repubblica” ha dichiarato: “Mi aspetto parole definitive sulla democratizzazione interna, sulla collocazione nello schieramento progressista del M5s, sulla inderogabilità dei due mandati, su riforme di sistema come la legge elettorale che garantisca governabilità al paese perché si dica basta ai privilegi e alle ingiustizie come l’inaccetabile e vergognoso condono fiscale appena varato dalo Governo Draghi”.

Il discorso dell’ex Premier Conte

Il discorso dell’ex Premier Giuseppe Conte è iniziato con l’introduzione di numerose novità che tracceranno la strada del movimento a cominciare da una vera e propria rigenerazione dall’interno: “Vorrei illustrare il progetto a cui sto lavorando condividendo qualche riflessione, Il movimento ha lavorato a diverse pagine della storia politica Italiana. Il momento continua ad esprimere una notevole carica innovativa in Italia. Avete innescato una spirale virtuosa che ha contributo a rimuovere privilegi nei luoghi comuni…”

Conte ha poi proseguito mettendo luce ciò che è stato fatto dal movimento: “Avete riportato in auge etica pubblica e onestà dei comportamenti, molte delle riforme che avete citato nel vostro programma, lotta all’evasione, ecobonus…

oggi sono leggi dello Stato italiano e servono a rendere utile un paese più civile. Anche per questa ragione che sono qui a confrontarmi con voi, abbiamo condiviso due esperienze di governo, abbiamo affrontato tantissime difficoltà. Abbiamo affrontato in quest’ultimo anno all’emergenza Pandemica”.

“Oggi sono qui con voi anche dietro sollecitazioni, e ho avvertito subito essere una sfida molto importante: rifondare il movimento 5 stelle. Non è un’operazione di marketing politico”, aggiungendo che la proposta portata sarà prima di tutto “un’opera coraggiosa di rigenerazione” con una novità ovvero la nascita di “una carta dei principi e dei valori in modo che chi vorrà aderire a questa nuova forza politica non abbia dubbi sulla sua identità”.

Oltre alla carta dei valori, Giuseppe Conte ha proposto anche un nuovo statuto: “Vi proporrò un nuovo Statuto che non rinneghi i punti di forza “leggera” di un Movimento ma che allo stesso tempo possa espletare tutta la forza organizzativa che ci serve e che ci aiuti a definire con chiarezza la linea politica e ad essere più incisivi”.

L’ex Premier rivolgendosi all’assemblea ha poi dichiarato: “Ho capito subito che non era possibile volgere le spalle alle sofferenze degli italiani. Feci a caldo una promessa: io ci sono, io ci sarò. Il nostro potere politico e culturale viviamolo interamente nel nuovo movimento”, ha aggiunto. Conte ha poi proseguito dichiarando: “Dobbiamo evitare la forma partito tradizionale, avremo regole rigorose che contrasteranno la formazione di correnti interne che inevitabilmente finiscono per cristallizzare sfere d’influenze e posizioni di potere. Non abbiamo bisogno di associazione varie, il nuovo impegno viviamolo interamente nel nuovo Movimento”.

“Il nuovo movimento dovrà essere accogliente e intransigente. Non temere questi canali di comunicazione con i cittadini, ci arricchiremo costantemente. Saremo intransigenti perché non dovremo indurci a “scolorire” i nostri valori”, le parole di Conte sul finire dell’intervento all’assemblea del Movimento 5 Stelle. L’ex premier ha poi portato una riflessione sulla tipologia di linguaggio utilizzata in passato dal partito: “In passato il M5S è ricorso a espressioni giudicate spesso aggressive, dobbiamo essere consapevoli che la politica non deve lasciare sopraffarsi dalla polemica, deve riconoscere anche la bontà delle idee altrui”.

Contents.media
Ultima ora