×

Marito scappa con rifugiata ucraina. Parla la donna: “Non sono una sfasciafamiglie”

La storia di un uomo che è fuggito con una rifugiata ucraina sta facendo il giro del mondo. Ora a parlare è proprio la donna.

Sofiia Karkadym Ucraina

Nei giorni scorsi la storia di come Tony, un uomo inglese sposato di 29 anni era scappato con la rifugiata ucraina 22enne che aveva ospitato, ha fatto il giro del globo. Ora questa storia si arricchisce di nuovi dettagli. A parlare questa volta è Sofiia Karkadym la ragazza ucraina che ora è legata al 29enne Tony.

In una serie di dichiarazioni fatte al The Sun la giovane si è difesa spiegando al contempo qual è stata la molla che ha portato i due a scappare insieme. 

Sofiia Karkadym, la rifugiata Ucraina si difende dalle accuse della moglie di Tony

Sofiia nel descrivere ciò che è successo ha accusato la moglie di Tony Lorna di aver creato continue tensioni: “Non sono una sfasciafamiglie. Non ho mai pensato o programmato di andare a casa loro e portare via Tony da Lorna […] i suoi continui sospetti, la tensione, hanno semplicemente spinto me e Tony più vicini.

Ha creato questa situazione suggerendo costantemente che qualcosa stava succedendo quando non lo era. Quindi è colpa sua”. 

Tony Ganett: “Io e Sofiia ci eravamo piaciuti”

Tutto era incominciato quando il 29enne Tony Ganett aveva aderito al programma Homing che dava la possibiltà ai cittadini britannici di ospitare rifugiati ucraini. Di lì a qualche tempo si è ritrovato ad accogliere Sofiia. Come ha spiegato anche l’uomo la fuga con la giovane ucraina non era preparata: “È iniziato tutto con il semplice desiderio di fare la cosa giusta e di mettere un tetto sopra la testa di qualcuno che ne ha bisogno, uomo o donna che sia.

La situazione è degenerata sabato scorso, quando mia moglie si è accanita contro Sofiia, urlandole contro e usando un linguaggio duro che l’ha lasciata in lacrime”.

Contents.media
Ultima ora