Molesta figlia di 7 anni: la compagna gli dà fuoco mentre dorme | Notizie.it
Molesta figlia di 7 anni: la compagna gli dà fuoco mentre dorme
Cronaca

Molesta figlia di 7 anni: la compagna gli dà fuoco mentre dorme

Il compagno abusa della figlia di 7 anni e la madre della piccola, per vendicarsi e dargli una lezione, decide di dargli fuoco mentre dorme.

Una donna ha deciso di farla pagare al marito responsabile di aver violentato la figlia di sette anni. Il fatto, l’episodio è accaduto a Renton, a Washington, dove una donna, una madre, per difendere la figlia, ha deciso di vendicarsi del compagno.

La donna è Tatanysha Hedman, di 40 anni, che ha deciso di dare fuoco al compagno. La donna e la figlia di sette anni vivono con il compagno della madre, ovvero Vincent Philips di anni 52.

Appena ha saputo che l’uomo abusava della piccola, molestandola sessualmente, si è vendicata e lo ha cosparso di benzina mentre stava dormendo. In seguito, ha acceso un cerino dandogli fuoco. L’uomo è uscito di casa, coperto dalle fiamme e dicendo: “Sono in fiamme, aiutatemi”. Entra poi in un negozio dove grazie a un commesso, viene aiutato a spegnere le fiamme. L’uomo, prima di svenire, racconta che la responsabile è la moglie e dice: “E’ stata mia moglie”.

Il commesso del negozio, sentendo queste parole, ha chiamato i soccorsi. L’uomo è stato immediatamente portato all’ospedale, il Harborview Medical Center per essere immediatamente curato e per curargli le ustioni presenti lungo tutto il corpo.

In seguito alla denuncia, la donna, Tatanysha, è stata contattata dalla polizia. Alla polizia la donna ha sporto denuncia e raccontato delle molestie subite dalla figlia. La donna racconta che voleva dargli una lezione. “Sparargli sarebbe stato un gesto carino”. L’uomo è in terapia intensiva dove viene costantemente monitorato per le sue condizioni. L’uomo è accusato di molestie sessuali sulla piccola. La madre della piccola è ora nel carcere di King County a Seattle per il reato commesso. La cauzione per liberarla è di 500 mila dollari.

Tatanysha è il classico esempio di donna, di madre soprattutto che farebbe di tutto per proteggere, salvare la propria figlia anche mettendo a rischio la propria vita, come è successo in questo caso. La donna ha deciso di farsi giustizia da sola, proteggendo la figlia e dando fuoco all’uomo responsabile delle molestie nei confronti della figlia. Una vicenda terribile che mostra l’ennesima violenza, l’ennesimo abuso nei confronti dei bambini, sempre più vittime della cattiveria degli adulti. Ora la bambina, unica vittima, dovrà crescere senza la figura della madre come riferimento al suo fianco. Sicuramente Tatanysha agendo in questo modo ha commesso un reato, ma l’amore per la figlia l’ha portata ad andare oltre cercando di proteggerla.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Simona Bernini 10461 Articoli
Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.