×

Morti sul lavoro, il direttore dell’ispettorato Bruno Giordano: “9 imprese edili su 10 non sono regolari”

L'ispettorato del lavoro all'indomani della morte dei tre operi a Torino ha reso noto che 9 imprese edili su 10 non sono regolari.

ispettorato lavoro imprese edili

All’indomani della tragica morte dei tre operai che hanno perso la vita mentre stavano la lavorando su una gru a Torino, è stato tempo per un primo bilancio. A portare alcuni dati sulla situazione delle imprese edili in Italia è stato il direttore dell’ispettorato del lavoro Bruno Giordano che – sentito dal Tg3 – ha fornito un dato per nulla roseo: 9 imprese edili su 10 sarebbero risultate essere irregolari.

ispettorato lavoro imprese edili, Giordano: “Abbiamo iniziato una vigilanza da qualche mese”

C’è di più perché il direttore dell’ispettorato del lavoro ha reso noto che già da qualche mese è in corso un’operazione di vigilanza. A tal proposito ha sottolineato quanto sia importante prevenire e accertarsi che le misure di sicurezza vengano rispettate: “Le risorse sono sufficienti ma occorre – ha aggiunto Giordano – il coordinamento degli organi di vigilanza per intervenire nella prevenzione e nella repressione delle violazioni in materia di sicurezza”.

ispettorato lavoro imprese edili, Sbarra (CISL): “Imprese non considerino sicurezza solo un costo”

Nel frattempo il segretario generale della CISL Luigi Sbarra – interpellato dalla testata “La Stampa” – ha espresso parole molte dure sulla vicenda sottolineando come i controlli e le misure vadano ulteriormente inaspriti: “Per fermare questa lunga scia di sangue bisogna rafforzare le misure di contrasto, già deliberate dal Governo, servono misure repressive, più controlli, più medici del lavoro.

E le imprese non possono considerare la sicurezza soltanto un costo”.

Ispettorato lavoro imprese edili, il sindaco di Torino proclama il lutto cittadino

Intanto il primo cittadino di Torino ha annunciato che nel giorno dei funerali degli operai la bandiera civica sarà appesa a mezz’asta. Sempre sentito da “La Stampa”, il sindaco Lo Russo ha evidenziato come in questo difficile clima, la ferita lasciata dalla vicenda ThyssenKrupp sia quanto mai fresca.

“Torino è profondamente scossa”, ha infine dichiarato.

Contents.media
Ultima ora