×

Muore in auto al passaggio a livello mentre aspetta il treno

Un uomo di 50 anni è morto mentre aspettava il treno fermo in auto davanti al passaggio a livello chiuso. La tragedia in provincia di Salerno.

passaggio a livello

Tragedia mortale al passaggio a livello in località Porcola, tra Sarno e San Valentino Torio, nella provincia di Salerno. Stavolta però nessun azzardo o selfie estremo. Un uomo di 50 anni è deceduto all’interno della sua automobile mentre passava il treno. L’auto era regolarmente ferma in attesa.

Fine corsa

Il guidatore però deve essersi sentito male mentre passava il convoglio. Quando le sbarre del passaggio a livello si sono rialzate, infatti, l’auto non è ripartita insieme a quelle che la precedevano. Dopo alcuni colpi di clacson alcuni automobilisti sono quindi scesi per capire perché quella Fiat Punto non riprendeva la corsa. Giunti vicino al finestrino, hanno visto un uomo accasciato. Inutili i soccorsi, il 50enne sarebbe morto per un infarto fulminante.

“Quando la morte chiama, all’improvviso” a raccontare l’episodio è il presidente dell’Eav Umberto de Gregorio.

Su Facebook infatti scrive: “Circumvesuviana. Stamattina (ieri, ndr) intorno alle 8:30, un automobilista, mentre stava fermo insieme ad altre auto in attesa del treno in transito sul Passaggio a Livello ‘Porcola’ (tra Sarno e San Valentino), regolarmente chiuso e funzionante, dopo l’apertura delle barriere non riprendeva la marcia. Il nostro addetto al PPLL, Mario, va a verificare cosa succede e si accorge che l’uomo, intorno ai 50, in una Fiat Punto, è accasciato, colto da malore. Inutili i soccorsi. Morto, probabilmente colpito da infarto”. De Gregorio chiosa in ultimo: “Siamo colpiti e desolati. Circolazione regolare per gli altri, fine della corsa – aggiunge – per il poveretto”.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Caricamento...

Leggi anche