×

Natale di Roma, cos’è, e perché si festeggia il 21 aprile?

Secondo la leggenda e lo storico Varrone il 21 aprile del 753 a.C è stato il giorno del Natale di Roma, quello da cui si sono iniziati a contare gli anni

La card con cui il sindaco Gualtieri ha commemorato il Natale di Roma

È arrivato il Natale di Roma e per capire cos’è e perché si festeggi il 21 aprile bisogna scomodare un po’ la storia e un po’ il mito, due componenti essenziali della mistica della Città Eterna che oggi spegne 2775 candeline e rievoca la sua fondazione attribuita tradizionalmente a Romolo.

Quella del Natale di Roma è una ricorrenza a cui i romani contemporanei sono legatissimi. Ma attenzione, nulla a che vedere con il Natale cristiano, solo un etimo simile ma tanta storia precedente ai fatti narrati dal Vangelo

Il 21 aprile è il Natale di Roma

Si tratta infatti di un’antica festività laica che risale al mito della fondazione di Roma, la data del 21 aprile è stata mutuata dallo storico Varrone, che narra come Romolo, dopo aver avvistato alcuni avvoltoi di buon auspicio (ebbene si, non erano aquile secondo lo storico Piero Zullino) avrebbe infatti fondato la Città Eterna il 21 aprile del 753 a.C.

Ed è proprio da questa data  simbolica che poi discende la cronologia romana, definita infatti con la locuzione latina Ab Urbe condita, ovvero “dalla fondazione della Città”. 

Le iniziative del Comune per l’occasione

Dopo due anni di Covid il Natale di Roma è anche una manna per i turisti e il sindaco Roberto Gualtieri ha celebrato l’evento anche sui social e sul sito del Comune ci sono le indicazioni sulle iniziative.

Ecco una silloge: “Giovedì 21 aprile è il 2775mo compleanno di Roma, una grande festa per la città e per tutti i cittadini che l’Amministrazione capitolina celebra con un ampio calendario di visite guidate, appuntamenti didattici, inaugurazioni, mostre, concerti, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche”. E ancora: “Nella giornata sarà gratuito per tutti l’accesso ai musei di Roma Capitale, mostre comprese: un’occasione speciale per celebrare la città ammirando le bellezze delle sue collezioni.

Si aggiungono l’area archeologica del Circo Massimo e il Mausoleo di Augusto. E sempre il 21 aprile riapre il Planetario”.

Contents.media
Ultima ora