Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Dieta a zona: menù e benefici dimagranti per il cambio di stagione
Salute & Benessere

Dieta a zona: menù e benefici dimagranti per il cambio di stagione

Dieta a zona.
Dieta a zona: menù e benefici dimagranti per il cambio di stagione.

Che cos'è la dieta a zona? Come funziona? Vediamo insieme menù e benefici dimagranti per il cambio di stagione con la dieta a zona.

Ogni anno U.S. News si occupa di analizzare i trend e valutare le diete più famose, andando a seguire i consigli di diversi gruppi di esperti di salute. La Dieta a zona è uno dei regimi più seguiti al mondo, ma non tutti gli esperti trovano che sia tra i migliori. Nell’ultimo anno U.S. News ha effettuato una valutazione su 38 diete diverse, stilando una classifica di quelle più facili da seguire, delle più efficaci, delle più nutrienti, delle sicure per la salute e di quelle che riescono a prevenire i problemi cardiaci, il diabete e l’ipertensione.

Dieta a zona

Quando parliamo di “Dieta a Zona“, intendiamo un regime alimentare ideato negli anni ’80 dal Dr. Barry Sears, biochimico e medico statunitense. Barry Sears ha ideato una dieta che si basa sulla funzionalità degli eicosanoidi, ovvero gli ormoni che vanno a sovraintendere l’intera fisiologia umana. Gli eicosanoidi vengono chiamati “Superormoni”, poiché i loro livelli vengono determinati dall’alimentazione o dall’assunzione di determinati farmaci.

Non sempre, però, gli eicosanoidi vanno si attivano positivamente per il nostro organismo.

L’obiettivo principale della Dieta a Zona è quello di creare un regime alimentare che possa stimolare la produzione degli ormoni eicosanoidi “buoni” e andare a reprimere gli eicosanoidi nocivi, per riuscire a migliorare diverse funzioni del nostro corpo. Oltre a ciò, la Dieta a Zona è stata ideata per riuscire a controllare nel sangue i livelli di insulina.

Le indicazioni dietetiche di questo regime alimentare devono essere interpretate dal punto di vista della risposta ormonale dell’organismo all’assunzione di diversi alimenti e non come un’introduzione di percentuali di proteine, grassi e carboidrati. Si andranno ad assumere, quindi, tutti quelli alimenti capaci di attivare una risposta ormonale corretta, andando quindi a sviluppare gli eicosanoidi positivi.

La prima cosa da fare prima di iniziare a seguire la Dieta a Zona è quello di calcolare il livello di attività fisica svolta e la percentuale di massa individuale. Dopo il calcolo iniziale, sarà possibile riuscire a stabilire il fabbisogno personale di proteine.

Per ogni Kg di peso corporeo, solitamente si calcolano 1-2 gr di proteine, che devono appartenere alle carni bianchi (es: tacchino, pollo, coniglio), all’albume d’uovo, al pesce (es: salmone, sgombro, tonno, sardine) e ai legumi.

Seguendo ciò, il grasso corporeo potrà essere sfruttato come energia e la produzione d’insulina inizierà in ritardo. Si potrà subito riscontrare la perdita dei grassi in eccesso e un miglioramento notevole del metabolismo degli zuccheri. La percentuale proteica quotidiana dovrà essere circa del 40%. per quanto riguarda i grassi, invece, sono da preferire le noci, l’olio extravergine di oliva e le nocciole. Bisogna poi limitare i farinacei e preferire la frutta e la verdura. la percentuale dei grassi e dei carboidrati deve essere per ciascuno del 30%.

Dieta a zona: menù e benefici

Andiamo ora a vedere un ipotetico schema della Dieta a Zona.

GIORNO 1

COLAZIONE: 4 frollini di soia e avena, una tazza di latte con caffè.
MERENDA: 125 gr di yogurt bianco scremato.
PRANZO: 40 gr di pasta con 100 gr di ragù, 150 gr di insalata, 1 frutto.
SPUNTINO: 20 gr di parmigiano, 100 gr di frutta fresca di stagione.
CENA: 250 gr di verdura, 80 gr di bresaola, 20 gr di pane integrale, 1 frutto.

GIORNO 2

COLAZIONE: 50 gr di frutta fresca, caffè, 100 gr di ricotta.
MERENDA: 125 gr di yogurt bianco scremato.
PRANZO: 200 gr di verdura, 130 gr di sogliola, 30 gr di pane integrale, 1 frutto.
SPUNTINO: 20 gr di parmigiano, 100 gr di frutta fresca.
CENA: minestrone con 30 gr di pasta, 150 gr di insalata, 110 gr di manzo magro, 1 frutto.

GIORNO 3

COLAZIONE: un toast con una sottiletta, 50 gr di prosciutto cotto, caffè.
MERENDA: 125 gr di yogurt bianco scremato.
PRANZO: 40 gr di riso con pesce, 250 gr di verdura, 80 gr di bresaola, 1 frutto di stagione.
SPUNTINO: 20 gr di parmigiano, 100 gr di frutta fresca di stagione.
CENA: minestra d’orzo e germogli di soia, 30 gr di pane integrale,90 gr di bresaola, 200 gr di verdura, 200 gr di frutta.

GIORNO 4

COLAZIONE: 50 gr di frutta fresca di stagione, 100 gr di ricotta, caffè.
MERENDA: 125 gr di yogurt bianco scremato.
PRANZO: 200 gr di verdura, 110 gr di pollo alla piastra con salsa di soia, 30 gr di pane integrale, 1 frutto.
SPUNTINO: 20 gr di parmigiano, 100 gr di frutta fresca di stagione.
CENA: passato di verdure, 150 gr di verdure, 120 gr di tacchino, 20 gr di pane integrale, 1 frutto.

GIORNO 5

COLAZIONE: 4 frollini di soia e avena, una tazza di latte con caffè.
MERENDA: 125 gr di yogurt bianco scremato.
PRANZO: 250 gr di verdura, 250 gr di pesce spada ai ferri, 30 gr di pane, 1 frutto di stagione.
SPUNTINO: 20 gr di parmigiano, 100 gr di frutta fresca di stagione.
CENA: passato di verdure, 150 gr di verdure, 120 gr di tacchino, 20 gr di pane integrale, 1 frutto.

Il migliore integratore da abbinare

Se avete deciso di seguire la Dieta a Zona, è molto importante associare a questa un buon integratore naturale dimagrante, per evitare carenze nutrizionali.

In questo caso, l’integratore che si consiglia è sicuramente Piperina e Curcuma Plus che è capace di accelerare il metabolismo ed è perfetto per smaltire le cellule adipose. Grazie ai suoi ingredienti naturali, ossia la curcuma, la piperina e ribolife, questo integratore è adatto a tutti, tranne ai bambini, donne in gravidanza e soggetti che soffrono di problemi legati allo stomaco.

Prodotto naturale al 100%, è consigliato sia da esperti che dai clienti che l’hanno provato, per i suoi benefici all’organismo, sia in termini dietetici che nutrienti. Sono molte testimonianze positive di chi l’ha provato. L’assunzione di due compresse in corrispondenza dei pasti principali porta benefici già dalle prime applicazioni, ma è la costanza che consente di portare i risultati migliori. Questo integratore naturale è considerato il migliore da consumatori ed esperti grazie ai benefici dimagranti riscontrati e per la mancanza di controindicazioni. Infatti, favorisce un dimagrimento sano e costante ma senza rischi per la salute.

Per chi fosse interessato, ulteriori informazioni sono disponibili cliccando qui o sulla seguente immagine.

PIPERINA E CURCUMA PLUS.

Piperina e Curcuma Plus permette di:

  • Sentirsi sempre pieni di energia e di ottimo umore.
  • Mettersi a dieta in modo semplice.
  • Aiutare il corpo a raggiungere il peso forma.
  • Non astenersi dal cibo.
  • Normalizzare i livelli di zucchero.

Acquistare Piperina e Curcuma Plus è davvero semplice. Basterà collegarsi sul sito ufficiale ed effettuare la registrazione. È l’unico modo per acquistarlo, non è disponibile in altri negozi fisici o su siti on-line come Amazon, poiché è un prodotto esclusivo, originale ed ufficiale (a differenza di molti integratori a base di piperina e curcuma). Piperina e Curcuma Plus sarà spedito gratuitamente con la possibilità di pagamento alla consegna in contrassegno. Per un periodo limitato di tempo, Piperina e Curcuma è in offerta, con 4 confezioni al prezzo di 1, ovvero a 49 euro invece di 196 euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Eleonora Cattaneo 754 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.