×

Alluce valgo primo stadio: i sintomi e come curare il dolore

Condividi su Facebook

L'alluce valgo è un problema che vi sta fastidio? Niente paura! Vediamo insieme i sintomi e come curare il dolore dell'alluce valgo al primo stadio.

Alluce valgo primo stadio..
Alluce valgo primo stadio: i sintomi e come curare il dolore.

Secondo diversi studi la causa più comune che va a predisporre l’insorgere dell’alluce valgo è l’utilizzo continuo di calzature che non sono assolutamente adatte ai nostri piedi e in particolare, l’accusa si rivolge ai tacchi alti e alle scarpe a punta. Il piede nudo nudo che si appoggia al suo carico si divide per il 45% sulle dita e al 55% sul tallone, mentre con un tacco di 2 cm si va a equilibrare al 50% tra dita e tallone. La situazione cambia con il tacco di 9 cm, perchè il carico si aggrava sul tallone per il 20% e sull’avampiede per l’80%.

Alluce valgo: sintomi

Quando parliamo di “Alluce Valgo“, intendiamo una deformazione a carico dell’articolazione metatarso-falange del piede che si caratterizza per il valgismo e la deviazione laterale dell’alluce. Questo tipo di deformazione ossea solitamente si va ad associare a un’infiammazione della borsa mucosa che si trova nella zona della base dell’impianto dell’alluce. Eziologicamente parlando, la nascita dell’alluce valgo si può attribuire a diversi fattori.

La genesi dell’alluce valgo può essere attribuita a fattori determinati geneticamente e intrinseci (es: piede cavo, piede piatto ecc…); oppure a fattori estrinseci (es: utilizzo di calzature sbagliate). A livello genetico si parla di alluce valgo familiare quando compare durante il periodo dell’adolescenza; mentre quando dipende dalle calzature, osserviamo questa deformazione quando le scarpe sono strette e disegnate in maniera poco fisiologica.

L’alluce valgo si manifesta inizialmente con una protuberanza della testa del primo metatarso che va a coinvolgere l’intero avampiede. Il paziente affetto da questa patologia soffre generalmente di metatarsalgie (dolori alla pianta del piede), che abbinate al piede cavo o al piede piatto vanno a causare dei dolori che raggiungono anche il retropiede. Il dolore solitamente viene generato dallo sfregamento con la calzatura da parte della testa del primo metatarso.

L’azione va a provocare calli, arrossamenti e ipercheratosi che andando avanti possono diventare piccole ulcere o borsiti. L’alluce valgo è una patologia molto fastidiosa per il dolore e anche esteticamente, perchè comporta nel paziente degli squilibri biomeccanici. Il piede si appoggia male e va a provocare, infatti degli squilibri posturali anche gravi che danno origine a importanti problemi a carico delle articolazioni soprastanti (es: ginocchio, caviglia, colonna vertebrale e ginocchia).

l’alluce valgo è una patologia che coinvolge maggiormente la popolazione di sesso femminile, con un rapporto sugli uomini di 15:1. Secondo diversi studi, in Italia le donne colpite da alluce valgo vanno a rappresentare il 40% dell’intera popolazione e la fascia più colpita risulta quella tra i 40 e i 60 anni; mentre tra i 40 e i 50 anni si registra il picco maggiore della patologia. L’alluce valgo si sviluppa anche con patologie degenerative (es: artrosi).

I sintomi più comuni dell’alluce valgo sono:

  • Arrossamento, intorpidimento e gonfiore.
  • Difficoltà a camminare.
  • Dolore nella zona interessata, anche a riposo.
  • Ispessimento della pelle, che appare dura e callosa.
  • Modifiche alla forma complessiva del piede.

Alluce valgo primo stadio

L’alluce valgo al primo stadio si riconosce a causa di una forte sensazione di dolore nella zona interessata che fa subito percepire un’infiammazione già sviluppata delle superfici articolari e dalla quale spesso può derivare un’erosione più o meno ampia delle cartilagini. Il rischio è quello che si possano determinare dei danni permanenti che non possono essere corretti nemmeno da un intervento di chirurgia.

La comparsa di infezioni nella parte del piede potrebbe andare solitamente a determinare delle situazioni molto invalidanti, dove non si sia intervenuti in modo immediato e pronto. Nei casi più invalidanti può essere necessario andare a imputare l’alluce. Viene consigliato di rivolgersi al proprio medico di fiducia ogni volta che si sente l’inizio dei sintomi della patologia citata per scegliere subito lo specialista migliore.

Alluce valgo primo stadio: il miglior tutore

Una delle patologie dei piedi più comuni è sicuramente l’alluce valgo e nei casi non gravi si può curare utilizzando un tutore preferendolo all’intervento chirurgico. Esistono moltissimi prodotti sul mercato, ma secondo testimonianze e studi specializzati, quello migliore e funzionale è FootFix, un tutore di silicone medico composto di sostanze anallergiche semplicissimo da indossare. Grazie ai suoi benefici e alla sicurezza è definito e riconosciuto dagli esperti e dai consumatori come il tutore dell’alluce valgo ufficiale.

Il tutore se utilizzato quotidianamente, può alleviare il dolore e migliorare la malformazione. FootFix opera una spinta che si oppone alla spinta dell’alluce verso il secondo dito e va a modificare la struttura locale.

FootFix permette di:

  • Annullare il dolore collegato all’alluce valgo.
  • Correggere i problemi che sono causa dell’alluce valgo.
  • Correggere la posizione dell’alluce.
  • Sistemare la postura.

Ecco come utilizzare FootFix:

  1. Prendete il tutore dalla pratica confezione.
  2. Inserite il tutore tra l’alluce e l’indice del piede colpito dall’alluce valgo.
  3. Indossate calzini/collant/scarpe, come se il tutore non esistesse.

Per chi fosse interessato a saperne di più, può cliccare qui o sulla seguente immagine

FOOT FIX.
FootFix è un prodotto esclusivo che non viene venduto al supermercato o in farmacia, ma soltanto sul sito ufficiale. Dopo aver compilato il modulo e scelto la migliore offerta, sarete richiamati dal call center del prodotto che vi confermerà l’ordine. FootFix sarà spedito direttamente a casa gratuitamente e si potrà pagare anche alla consegna, attraverso l’opzione del contrassegno. Al momento FootFix è disponibile al prezzo di acquisto di 35€

Vediamo alcune delle numerose recensioni positive di FootFix:

“All’inizio lo avevo reputato un problema da niente. La “cipolla” laterale era a malapena visibile e per la maggior parte del tempo non sentivo dolore. Sono poi arrivata a un punto tale da non poter più indossare nemmeno le scarpe chiuse! Ho deciso così di comprarmi questo tutore, un’amica mi aveva parlato bene in passato di FootFix. Non pensavo che mi aiutasse tanto. Anche se non mi ha risolto il problema, adesso posso indossare le scarpe e camminare senza sentire praticamente più dolore!” (Sabrina, 38 anni).

“Il mio ortopedico mi aveva consigliato un piccolo intervento ma, sinceramente, non mi piace sottoporti alle operazioni se non strettamente necessarie. Perciò cercando su internet ho trovato FootFix. Lo indosso con le scarpe chiuse da quasi due mesi e il dolore è quasi scomparso e mi sembra di notare anche dei miglioramenti sulla deformazione” (Franco, 52 anni).

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Offerte & Consigli, Notizie.it ha un’affiliazione e ottiene una piccola percentuale dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Eleonora Cattaneo

Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.