×

Operazione alluce valgo: i rimedi naturali alternativi all’intervento

Avete paura di effettuare l'operazione per l'alluce valgo? Niente paura! Vediamo insieme quali sono i rimedi naturali all'intervento.

-
-

Secondo uno studio effettuato dalla Società Italiana della Caviglia e del Piede, in Italia il 15-20% della popolazione (1 persona su 5) soffre di alluce valgo con osso “a cipolla”, mentre altri soggetti lamentano alluce rigido, dita a martello o a griffe. Sono soprattutto le donne a soffrire di alluce valgo: secondo lo studio, infatti, hanno una probabilità di soffrirne circa 7-8 volte più alta rispetto agli uomini. Gli esperti dello studio hanno affermato che il 15% dei pazienti affetti da alluce valgo ne soffre dopo altre problematiche; mentre l’85% è già predisposto geneticamente.

Operazione alluce valgo

Partiamo dicendo che l’intervento per la correzione dell’alluce valgo è l’unico metodo in grado di risolvere definitivamente il problema, quando la patologia si presenti in forme gravi.

Di solito, in questi casi si verificano episodi frequenti di dolore articolare, metatarsalgie, borsite e dolori alle dita esterne anche quando il paziente sente dolore pur indossando scarpe comode. L’intervento, inoltre, è consigliato anche quando si verificano alterazioni funzionali dell’alluce (es: insufficienza in fase di spinta).

Possiamo parlare di peggioramento della patologia anche quando si verifica un rapido peggioramento della deformità. In questo caso, si consiglia l’intervento per evitare di andare a trattare delle deformità molto più gravi e recuperabili difficilmente.

Viene sconsigliato l’intervento, invece, quando ci si basa soltanto su delle motivazioni di tipo estetico. Ci possono essere del controindicazioni nel momento in cui vi siano delle infezioni in atto (es: infezioni ungueali).

Altre controindicazioni all’intervento sono legate alle patologie neuromuscolari e alle patologie vascolari arteriose o venose.

L’anestesia che viene scelta per l’intervento dipende dalla scelta dell’anestesista che valuterà i dati clinici e quelli strumentali. Nella patologia del piede è possibile utilizzare quasi tutte le tecniche anestesiologiche (es: tronculare, generale, spinale), ma si preferisce sempre scegliere anestesie di tipo periferico.

Le anestesie di tipo periferico si effettuano andando a bloccare i nervi dell’arto inferiore, attraverso una puntura alla caviglia o nel cavo popliteo. Questo tipo di anestesia ha sempre un tasso di complicanze basso che si può associare a un effetto analgesico che viene prolungato per diverse ore nel post-operatorio, con un vantaggio importante nel benessere complessivo del paziente.

Attualmente, per l’operazione all’alluce valgo vengono utilizzate le tecniche che vanno a conservare l’articolazione e a correggere le deformità ossee per mezzo di osteotomie (fratture artificiali).

Solitamente, viene utilizzata l’osteotomia della parte distale del 1° metatarsale che permette di riuscire a spingere all’interno e abbassare successivamente la prominenza ossea. In questo modo, il frammento dislocato si fissa nella posizione scelta usando fili metallici o viti.

Successivamente, vengono bilanciati i legamenti dell’alluce e i tendini per riuscire ad assicurare una posizione corretta. Nei casi più rari e critici, viene realizzata l’osteotomia nella parte prossimale che si trova nel 1° metatarsale, oppure a due livelli in contemporanea.

Alluce valgo: cause

Vediamo ora quali sono le cause più comuni dell’alluce valgo.

ALLUCE VALGO PRIMITIVO: nella maggior parte dei casi l’alluce valgo è un patologia di tipo costituzionale e genetico. L’alluce valgo primitivo si sviluppa con il passare degli anni, andando a ricalcare un difetto che solitamente si trova nella propria famiglia. L’aggettivo “Primitivo” è utilizzato per identificare una patologia che non viene ricondotta a differenti cause che possono predisporre la formazione.

ALLUCE VALGO SECONDARIO: questa deformità si acquista da diverse malattie autoimmunitarie (es: artrite reumatoide), degenerative (es: piede pronato post-menopausa), oppure post-traumatiche. L’alluce valgo secondario si verifica anche con uno scorretto asse del retropiede con calcagno valgo e con la pronazione sotto astragalica.

Operazione alluce valgo: il miglior rimedio naturale

Come affermato precedentemente, non possiamo sperare che l’alluce valgo guarisca senza l’operazione chirurgica se la patologia ha raggiunto stadi gravi e altrimenti irreversibili. Tuttavia, nel caso di forme lievi è possibile curarlo e combattere i dolori sintomi attraverso alcuni tutori.

In commercio ne esistono parecchi, ma gli esperti e le persone che ne hanno sperimentato le proprietà benefiche concordano nel dire che, tra questi, il migliore sia FootFix. Tutore realizzato in silicone e sostanze anallergiche, risulta molto facile da indossare. È sufficiente inserire l’alluce all’interno del tutore per poter calzare qualsiasi tipo di scarpa senza per questo incontrare dolori. Inoltre, FootFix può migliorare la deformazione, opponendosi alla spinta che effettua l’alluce valgo verso il secondo dito, il che comporta la modificazione della struttura locale.

Infatti, FootFix permette di:

  • Sistemare la postura.
  • Correggere la posizione dell’alluce.
  • Cura le infiammazioni.
  • Eliminare il dolore collegato all’alluce valgo.

Per chi fosse maggiormente interessato, sono disponibili ulteriori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

FOOT FIX.

Ecco come utilizzare FootFix:

  1. Tirare fuori il tutore dalla confezione.
  2. Inserire il tutore tra l’alluce e l’indice del piede colpito dalla deformazione.
  3. Indossare calze/collant/scarpe come se non ci fosse il tutore.

FootFix è un prodotto esclusivo e non è disponibile al supermercato o in farmacia, e nemmeno presso siti di e-commerce online. Solamente tramite il sito ufficiale è possibile ottenere il prodotto originale di Footfix. Dopo aver compilato il modulo sul sito, un operatore richiamerà per la conferma e l’evasione dell’ordine. FootFix verrà spedito all’indirizzo pattuito casa gratuitamente e si potrà pagare anche alla consegna, tramite contrassegno, oltre che con carta di credito o Paypal. Al momento FootFix è disponibile al prezzo di acquisto di 35€ per un paio di tutori (uno per piede).

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Offerte & Consigli, Notizie.it ha un’affiliazione e ottiene una piccola percentuale dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.

Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Eleonora Cattaneo

Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.

Caricamento...

Leggi anche