×

Omicidio Isabella Noventa: le prove che incastrano il trio Cacco, Freddy e Sorgato

Omicidio di Isabella Noventa con il processo che ha visto intervenire il pubblico ministero che ha accusato il trio Cacco, Freddy e Sorgato

omicidio isabella noventa
Omicidio di Isabella Noventa con il processo che ha visto intervenire il pubblico ministero che ha accusato il trio Cacco, Freddy e Sorgato

Omicidio di Isabella Novella che porta alla ribalta, secondo il pubblico ministero Giorgio Falcone, l’odio e la gelosia che Manuela Cacco e Debora Sorgato che provavano verso la donna uccisa. I pezzi della vicenda si stanno ricostruendo con i relativi dettagli.

La segretaria di Albignasego (comune della provincia di Padova facente parte dell’area metropolitana della stessa città veneta), di 55 anni, era scomparsa nella notte tra il 15 e il 16 gennaio dello scorso anno. Una vicenda che fece parecchio parlare all’epoca dei fatti non solo nella città patavina ma un po’ ovunque.

Il pubblico ministero ha portato al giudice un numero elevato di prove che incastrerebbero chiaramente il trio per il brutale omicidio.

Si tratta appunto di Manuela Cacco, di Freddy e di Debora Sorgato. Tutti sono stati accusati di omicidio volontario, sottazione di cadavere e soppressione dello stesso.

Al processo il pm Falcone è partito con la ricostruzione dal giorno precedente, appunto il 14 gennaio 2016. Si parte con una telefonata durata 48 minuti tra la donna poi uccisa e Freddy. Finita la conversazione, quest’ultimo chiama la sorella Debora stando all’apparecchio per circa una decina di minuti.

Una terza telefonata viene quindi portata agli atti e è quella tra Debora Sorgato e Manuela Cacco. Tra le due persone il dialogo dura all’incirca una trentina di minuti compresi alcuni sms che si scambiano al termine della stessa. E sono sui messaggini che sono confluite le maggiori indagini e che qualcosa di sospetto hanno destato.

Tra le situazione dette scritte ecco che sono stati recuperati alcuni testi. Manuela risponde a Debora con la seguente frase: “Scusa, ero a casa, ma non potevo parlare. Abbiamo aprlato sino ad ora, è sulle spine”. E in questo caso chiaro pare il riferimento a Freddy. Quindi ecco una domanda che parrebbe strana ai più da parte di Debora: “Ti ha detto pizza?”. Al che la Cacco replica dicendo che: “A quest’ora domani sarà tutto sistemato”.

Per il pubblico ministero è stata questa ultima frase quella più importante. In pratica significherebbe che l’indomani Isabella Noventa sarebbe stata fatta fuori. Del dopo omicidio ci sono da registrare ben sei ore di telefonate e inoltre Freddy prima di andare in pizzeria chiama la sorella che a sua volta telefona a Manuela. Dimostrazione che, sempre a seconda del pm, le tre persone sono colpevoli dell’omicidio.

Nei prossimi giorni si terrà una nuova udienza del processo e la parola questa volta sarà data alla difesa. Toccherà dunque all’avvocato difensore provare a smontare le congetture del pm.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora