×

Polemica Fedez-Rai, da Conte a Letta tutti i politici dalla parte del rapper

In queste ultime ore diversi esponenti politici dell'area progressista hanno manifestato la loro solidarietà a Fedez in merito alla polemica con la Rai.

fedez rai

A seguito della polemica tra Fedez e la Rai, scatenatasi dopo l’intervento dell’artista sul palco del Concerto del Primo Maggio, numerosi esponenti del centrosinistra hanno deciso di schierarsi apertamente a favore di quest’ultimo e in difesa della libertà di espressione sulla televisione di Stato.

Nel suo discorso di sabato sera, Fedez aveva infatti menzionato le posizioni omofobe di alcuni esponenti leghisti, criticando inoltre l’ostruzionismo del partito di Matteo Salvini nei confronti del Ddl Zan.

Polemica Fedez-Rai, i politici dalla parte del rapper

Tra i primi a esprimere solidarietà verso Fedez vi è stato lo stesso relatore del Ddl Alessandro Zan, che su Twitter ha scritto: “Il coraggio di Fedez al concertone dà voce a tutte quelle persone che ancora subiscono violenze e discriminazioni per ciò che sono.

Il Senato abbia lo stesso coraggio ad approvare subito una legge per cui l’Italia non può più attendere. Grazie Fedez”.

Oltre al deputato anche altri esponenti del Partito Democratico si sono schierati dalla parte dell’artista, come lo stesso segretario Dem Enrico Letta: “Sulla censura al concertone del primo maggio esigiamo subito chiarimenti e scuse da parte della RAI.

Voglio ringraziare sinceramente Fedez perché il fatto che una persona come lui parli di questi temi, con la  forza e con la visibilità che ha, rompe il tabù creato sul Ddl Zan”.

Polemica Fedez-Rai, Di Maio: “Censura inaccettabile”

Solidale con Fedez anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: “Conosco Fedez da tempo, oltre ad essere un cantante di grande talento è una persona che in tutto quello che fa ci mette sempre il cuore.

Ogni artista deve avere la possibilità di esibirsi liberamente, esprimendo le proprie idee e mostrando la propria arte. […] Penso che il rispetto sia la cosa più importante e stia alla base di tutto, significa saper accettare le critiche e le idee diverse dalle nostre. E un Paese democratico non può accettare alcuna forma di censura“.

Oltre a Di Maio anche diversi altri esponenti del Movimento 5 Stelle hanno preso le difese del cantante, come l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha twittato: “Io sto con Fedez, nessuna censura”, o l’ex ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina: “Fedez ha avuto molto coraggio, il coraggio di dire le cose come stanno.

Ed è un bene che l’abbia fatto, vincendo le resistenze della Rai. Spero che il suo intervento abbia risvegliato un po’ di coscienze.

Polemica Fedez-Rai, Fratoianni: “Nella Lega campioni di odio”

Anche gli esponenti di Liberi e Uguali hanno commentato i recenti avvenimenti schierandosi dalla parte di Fedez. Tra questi il segetario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni: “Parole di una semplice verità quelle di Fedez sul palco del concertone: inutile che ora la Lega si agiti, fra loro ci sono i campioni dell’omofobia e dell’odio. C’è voluto il coraggio di un giovane artista per smontare la loro ipocrisia. Grazie Fedez”, ma anche del capogruppo di LeU nella commissione di Vigilianza Rai Federico Fornaro: “Grazie Fedez, tentativo censura preventiva Rai semplicemente inaccettabile”.

Contents.media
Ultima ora