×

Manovra, il Pd scende in piazza a Roma contro il governo

Condividi su Facebook

I dem sono scesi davanti alla sede della Camera in segno di protesta contro la manovra. Martina: "Politica economica folle"

In una giornata segnata dalla questione di fiducia posta dal governo alla Camera, di fatto messa all’angolo e costretta ad approvare la manovra finanziaria della Lega-M5S, il Pd, principale partito d’opposizione, occupa con un sit-in Piazza di Montecitorio. E annuncia che sarà un anno di mobilitazioni contro “questa folle politica economica”, come la chiama Maurizio Martina.

Il Pd occupa Piazza di Montecitorio

Il popolo Dem si è radunato in Piazza Montecitorio, davanti alla sede della Camera, sventolando bandiere del Pd e cartelli con slogan, per protestare contro la manovra di bilancio del governo gialloverde. Graziano Delrio, capogruppo del Partito Democratico alla Camera, dichiara che avrà inizio “un anno di mobilitazione nelle piazze“. La folla si è messa a intonare cori come “Bella ciao” e “Onestà, dove sta“, tanto caro ai pentastellati.

Sono circa duemila le persone che si sono unite al sit-in a Montecitorio dove, alle 18:30 di sabato 29 dicembre, è previsto il voto di fiducia alla Legge di Bilancio. Il Governo, proprio in seguito alla bagarre vistasi il giorno precedente al Palazzo di Montecitorio, ha posto la questione di fiducia sulla manovra.

“Di Maio e Salvini come due autisti ubriachi”

Di Maio e Salvini sono come due autisti ubriachi che non sanno leggere i cartelli: stanno guidando un autobus e ci portano a sbattere”, ha commentato il capogruppo dem alla Camera Graziano Delrio. “E’ l’inizio di un anno di mobilitazione nelle piazze e nei comuni – ha sottolineato Delrio – Questi stanno solo promettendo ma in questi mesi il paese si è fermato”. E continuano le critiche a Roberto Fico, presidente della Camera: “Il presidente Fico ha sbagliato.

Ha Scelto di essere il braccio armato della maggioranza. Non è così che si difendono le istituzioni“, ha rimarcato Matteo Orfini, facendo riferimento al discorso d’insediamento alla presidenza della Camera di Fico, in cui si era fatto promotore della difesa delle istituzioni.

Tanti elettori e simpatizzanti del Pd sotto Montecitorio, che incitano il partito a tornare all’unità: “Dovete tornare nelle strade”, grida a gran voce una donna all’ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. “Torniamo a San Giovanni”, la storica piazza della sinistra, dice un altro militante.


Martina: “Folle politica economica”

“Tolgono ai pensionati, aumentano le tasse, non danno nulla alle imprese. Hanno costretto il Parlamento a non discutere, come mai è accaduto nella storia della Repubblica“. Così l’ex segretario del Pd Maurizio Martina, che ha annunciato un anno di mobilitazioni e di valide alternative alla Lega e ai 5S: “tanti italiani si accorgeranno, come già sta accadendo, di quanto sia folle questa politica economica che il governo sta portando avanti.

Stanno inchiodando il paese sul crinale più pericoloso e noi non possiamo permettercelo”.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche