Zingaretti frena Renzi: “Il manifesto di Macron non è alternativo”
Politica

Zingaretti frena Renzi: “Il manifesto di Macron non è alternativo”

Nicola Zingaretti Matteo Renzi

Nicola Zingaretti incontra Frans Timmermans per rilanciare i partiti di sinistra in UE. "Il manifesto di Macron è elemento di ricchezza", precisa.

“Con Frans Timmermans, candidato del Partito del Socialismo Europeo alla presidenza della Commissione europea. Per una nuova Europa più forte, più giusta e più sostenibile. Più vicina alle persone” annunciava il 7 marzo Nicola Zingaretti, prima dell’incontro con il politico olandese. Il neo segretario PD riconferma in questa maniera “la totale sintonia” dei partiti di sinistra in vista delle elezioni UE di maggio 2019, che dovranno battersi contro chi “vuole distruggere l’Europa”. Zingaretti plaude poi al manifesto lanciato da Emmanuel Macron, ma frena l’entusiasmo di Matteo Renzi.

Zingaretti: “è elemento di ricchezza”

Con Frans Timmermans, Nicola Zingaretti ha parlato anche del manifesto politico “Rinascimento europeo” presentato dal presidente francese Emmanuel Macron in vista delle elezioni europee perché ruota su tre temi principali, sottolinea il leader del PD: “Libertà, protezione e progresso”.

Ad aderire subito al progetto è stato Matteo Renzi, che su Facebook precisa: “E’ il momento di scrivere una nuova pagina per l’Europa dei popoli.

Contro i populisti e contro i sovranisti. Dalla parte dei nostri figli e delle nuove generazioni”. Una maniera, per l’ex premier, di evitare una svolta troppo a sinistra nel PD.

Zingaretti smorza un po’ l’entusiasmo di Renzi, ma ammette comunque, dopo l’incontro con Timmermans, che il manifesto “non è alternativo, ma rappresenta uno degli elementi di ricchezza che fanno bene all’UE” chiarisce il governatore del Lazio. “Credo che sia utile e positivo che ci sia un fronte larghissimo di difesa dell’Europa e che a promuoverlo sia il presidente francese. Dentro questo fronte vivono diverse sensibilità, io metterei l’accento sul lavoro e sulla crescita” ha precisato quindi il segretario dem.

Zingaretti contro i sovranisti

“C’è un’Europa frenata dalle destre che ha bloccato la crescita. Noi ci batteremo per voltar pagina per mettere al centro le persone e i loro diritti, contro chi usa la crisi dell’Europa per distruggerla.

Il PD vuole offrire un’alternativa all’Italia e all’UE” chiarisce quindi Nicola Zingaretti.

Il segretario dem avverte che alle elezioni europee di maggio 2019 ci sarà “chi vuole distruggere l’Europa e chi la vuole rimettere a servizio delle persone”. Ecco il perché dell’incontro con Frans Timmermans, per riconfermare una grandissima totale sintonia anche per le europee”.

“Ci batteremo insieme – ha specificato infine – per rimettere le persone e i loro diritti al centro dell’UE, contro chi sfrutta la crisi dell’Europa per distruggerla, i sovranisti. E’ assolutamente evidente che nessun Paese europeo ce la fa da solo, dentro l’economia globale”.

Timmermans plaude alle primarie PD

“Io ho visto questa vittoria incredibile domenica (alle primarie PD, ndr), abbiamo visto gli italiani andare ai gazebo per dimostrare che c’è un’altra Italia, solidale, aperta, un’Italia con speranza per il futuro e questa è una cosa stupenda. Questo è stato visto in tutta Europa e adesso c’è una speranza per la sinistra non solo in Italia, ma anche in Spagna, Germania e altri Paesi.

Nicola ci dà ottimismo, questa volontà di creare una società più aperta, solidale, inclusiva” dichiara Frans Timmermans dopo il faccia al faccia con il segretario dem, come riporta l’Ansa.

“Son venuto in Italia per vedere questo miracolo – ha aggiunto – e per spingere sulla partecipazione della gente alle elezioni europee e per cambiare l’Europa insieme a tanti altri cittadini europei”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail