×

Salvini: “Flat tax nel Def, aliquota a 15% fino a 50mila euro”

Di Maio: "Sì alla flat tax ma con il coefficente familiare come avevamo chiesto. Deve aiutare famiglie e ceto medio, non i ricchi".

Flat tax nel Def
Flat tax nel Def

Dopo gli attacchi del leader del M5S a proposito della flat tax, arriva la replica di Matteo Salvini, ospite a Quarta Repubblica: “Farla entrare nel Def è il mio obiettivo. La stiamo studiando fino a un reddito familiare di 50mila euro.

Se sei sotto una certa soglia paghi il 15% delle tasse, uguale per tutti. La sperimentazione dall’anno prossimo”. Sembra calare la tensione tra i due alleati di governo, dopo ore di scontro a distanza, ma il leader del Carroccio non ha rinunciato a una stoccata al reddito di cittadinanza pentastellato: “È una scommessa. Vedremo se aiuterà davvero a trovare lavoro o se incentiverà invece a restare lì in attesa di qualcosa.

Saranno i fatti a dirlo”.

Di Maio: “Aiuto al ceto medio”

La conferma alle parole di Salvini arriva dallo stesso vicepremier grillino, riporta Repubblica: “La flat tax ci sarà nel Def”. Ma, puntualizza, “con il coefficente familiare come avevamo chiesto, affinché della riduzione non ne possa beneficiare chi è già ricco, ma le famiglie che ne hanno realmente bisogno, come chiediamo da giorni. In questo senso esprimiamo grande soddisfazione. Deve aiutare famiglie e ceto medio, non i ricchi”.

Un ministro leghista, citato da Repubblica, ha commentato con ironia: “Bravo, Di Maio, che finalmente ha capito la flat tax. Ne parliamo da sei mesi, flat tax per reddito familiare fino a 50mila euro: cosa c’entrano i ricchi?“.

L’approvazione di Conte

Si tratta di una misura di stampo leghista ma che che gode dell’approvazione dell’intero esecutivo, ha sottolineato il premier Giuseppe Conte: “Non è solo Salvini che spinge per la flat tax. Spinge tutto il governo perché io stesso ho preso un impegno. Ma è un pezzo di riforma, non tutta la riforma fiscale. Per realizzarla nella sua interezza serve tempo”.

Contents.media
Ultima ora