×

Salvini: quella del governo Conte bis è una “manovra Dracula”

"I traditori del popolo gettano la maschera" denuncia Matteo Salvini, commentando quella che definisce la "manovra Dracula" del governo PD-M5S.

salvini manovra

Matteo Salvini bolla quella del governo a guida PD-M5S “una manovra Dracula”, denunciando un generale aumento delle tasse. Il leader della Lega esorta quindi tutti a scendere in piazza a Roma sabato 19 ottobre 2019 “per dire no a questa vergogna”.

“Rischio esuberi in Alitalia”

Matteo Salvini va all’attacco della manovra varata dal governo Conte bis. “Sabato scorso Di Maio li aveva lasciati fuori dai cancelli della triste ‘festa’ dei 5 Stelle e ora vengono mandati a casa. E non solo Whirlpool” denuncia il leader della Lega commentando la chiusura dello stabilimento di Napoli a partire dal 1 novembre 2019.

Ma l’ex vicepremier si dice anche “molto preoccupato anche per l’Ilva” e per “gli esuberi di Alitalia“. Per quanto riguarda l’ex compagnia di bandiera, infatti, il 15 ottobre 2019 non è giunta nessuna offerta vincolante ed il salvataggio è slittato ulteriormente di 8 settimane tanto che nel Decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2020 è stato inserito un nuovo prestito da 350 milioni di euro.

“Qua si rischia di fare una strage di posti di lavoro e il governo pensa a tassare la plastica.

Senza parole” osserva quindi Salvini. Nel Documento programmatico di bilancio c’è infatti la cosiddetta “plastic tax”, una tassa di 1 euro al chilo sugli imballaggi di plastica, al via dal primo giugno 2020. Ad ammettere però che la “transizione ecologica” potrebbe comportare ricadute occupazionali è anche il ministro dell’Ambiente Sergio Costa che chiede infatti l’apertura immediata di ” un tavolo di confronto al Mise”.

Salvini: “E’ manovra Dracula”

Un tempo si sarebbe bollata come “lacrime e sangue” e forse per questo Matteo Salvini definisce quella dell’esecutivo Conte bis una “manovra Dracula”. “I traditori del popolo gettano la maschera” denuncia, criticando il governo a guida PD e M5S.

“Tra gli aggravi selettivi di Conte anche l’aumento delle tasse per la scuola guida: – sottolinea infatti – dopo aver tolto risorse ai disabili questa nuova stangata peserà sui bilanci di giovani e famiglie e si aggiunge alle nuove tasse sui prodotti confezionati con plastica (acqua, biscotti, verdure e gelati), sulle partite Iva e sul Diesel”.

In questa maniera il leader della Lega ricorda quindi: “Noi saremo sabato a Roma in piazza San Giovanni per dire no a questa vergogna”.


Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche