×

L’annuncio Di Maio: “Frontiere chiuse con chi non ci rispetta”

Per il titolare della Farnesina tutti dovranno riaprire i confini con l'Italia. "Serve reciprocità tra i Paesi Ue".

di maio fondi tunisia

Le frontiere chiuse nei confronti dell’Italia non piacciono a Di Maio. Il titolare della Farnesina, dopo lo sfogo di sabato 30 maggio, torna sull’argomento in una lunga intervista al Corriere della Sera. E promette di far rispettare l’Italia in giro per l’Europa.

Ed è per questo che il Ministro degli Esteri: “Crediamo nello spirito europeo, ma siamo pronti a chiudere le frontiere a chi non ci rispetta”.

Per Luigi Di Maio la partita sul tema frontiere si aprirà, ufficialmente, da mercoledì 3 giugno: “Perché andare a trattare con uno Stato estero mentre noi abbiamo ancora delle regole restrittive è complicato” spiega il titolare della Farnesina.

Frontiere, l’annuncio di Di Maio

Il titolare del Ministero degli Esteri crede fortemente nella collaborazione: “Ma anche nella reciprocità. È lo spirito che porterò nei miei viaggi in Germania, Slovenia e Grecia. L’Italia si è distinta per la trasparenza e i nostri dati sono molto confortanti. Non vogliamo sollevare polemiche, ma se qualcuno pensa di chiuderci la porta in faccia solo per i propri interessi, allora risponderemo”.

Di Maio, dunque, annuncia che l’Italia è pronta a chiudere le frontiere: “Con chi chiuderà le porte con noi”.

Nonostante ciò, il pentastellato sottolinea il dialogo costruttivo: “Con molti Stati. Con il collega tedesco Mass i rapporti sono ottimi, il 5 andrò a Berlino per discutere di Libia e flussi turistici. Di fronte alle nostre preoccupazioni su presunti corridoi sulla base di accordi bilaterali, la Germania ci ha rassicurato”. Infine, sul caso Grecia, Di Maio annuncia: “Il 9 sarò ad Atene per mostrare, dati alla mano, la situazione reale in tutte le nostre regioni”.

Contents.media
Ultima ora