×

Maturità 2020, la ministra Azzolina a Bergamo per l’inizio degli esami

Condividi su Facebook

La Azzolina a Bergamo per l'inizio della maturità 2020 e, si spera, di un nuovo capitolo per la scuola italiana.

Maturità 2020 Azzolina Bergamo

Oggi, mercoledì 17 giugno, inizia la maturità 2020 e la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è volata Bergamo, la città più colpita in Italia dal coronavirus per dare ufficialmente il via ad una nuova fase della scuola. “La notte prima degli esami sa essere molto lunga anche per il ministro dell’Istruzione.

Sono veramente molto emozionata: sono a Bergamo e finalmente domani potrò rivedere le scuole in parte riaprirsi” così la ministra in un video su Facebook.

Maturità 2020: la Azzolina a Bergamo

“Gli studenti – ha continuato – hanno dato una grande prova di maturità e resilienza. Quando ricorderete il periodo che abbiamo vissuto adesso, lo riguarderete pensando che siete stati forti, coraggiosi, che ce l’avete messa tutta, che avete studiato: e quindi potrete essere veramente orgogliosi di voi, perché siete nella storia.

Il 17 giugno e i giorni seguenti rappresenteranno per voi la Maturità 2020 cioè un ponte verso il futuro. Vi ringrazio perché l’Italia ha bisogno di persone preparate, di persone che credano in se stesse, che coltivino le proprie passioni. Spero che tutti i vostri sogni possano realizzarsi. In bocca al lupo a tutti per gli esami”.

La scelta di essere a Bergamo in un giorno così importante per gli studenti italiani non è casuale. La ministra ci teneva a dare un “messaggio di vicinanza concreto”. “Ci sono territori che hanno sofferto più di altri e che quindi hanno dovuto mettere ancora più impegno e responsabilità per affrontare questi Esami di Stato in presenza – ha detto l’Azzolina nel suo video su Facebook – Sarò a Bergamo, un luogo simbolo dell’emergenza, per ringraziare gli studenti, i docenti, i commissari e tutto il personale.

Dirò loro che sono stati un grande esempio che ci aiuterà anche in vista di settembre”.

La Azzolina a Bergamo

La ministra questa mattina alle 9.30 era all’Its Giacomo Quarenghi di Bergamo e, in una breve conferenza stampa, ha detto: “Sono molto felice di vedere oggi le scuole riaperte e di essere qui. Fare gli esami in presenza non era scontato, alcuni Paesi Ue li hanno cancellati”. Poi sulla riaperture delle scuole: “Abbiamo proposto alle regioni di riportare tutti gli studenti a scuola il 14 settembre. Ma già dal primo dello stesso mese tutti gli istituti saranno aperti per i recuperi”. Solidarietà alla ministra è stata poi dimostrata dal dirigente scolastico dell’ITS Quarenghi, Elsa Perletti, che ha commentato: “Non ci siamo scoraggiati e saremo pronti per ripartire. La scuola bergamasca è più viva che mai. Ministro, interpreto la sua presenza come un grande gesto di vicinanza. E la ringrazio per questa visita”.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.