×

Covid, tampone negativo per Bonaccini: “Ma resto a casa per la polmonite”

Condividi su Facebook

Il presidente dell'Emilia-Romagna era risultato positivo al Conravirus tre settimane fa, a inizio ottobre

coronavirus-bonaccini

Il Presidente della Regione Emilia Stefano Bonaccini è risultato negativo al Covid, contratto circa tre settimane fa. Tuttavia, spiega su Facebook, “per qualche tempo dovrò proseguire a casa le cure per la polmonite, che migliora ma non può certo essere trascurata”.

Eppure “il ritorno alla normalità è oggi più vicino. Per il momento continuo a lavorare da qui, ma certo oggi il cuore è più leggero. Mi raccomando, continuiamo tutti a seguire le regole di sicurezza, per proteggere noi stessi, chi ci è vicino e gli altri. Grazie ai medici, agli infermieri ed a tutti gli operatori sanitari, e grazie ancora a tutti voi per i tantissimi messaggi che continuate ad inviarmi”.

Bonaccini negativo al Covid

“Nei prossimi giorni – spiega ancora Bonaccini – presenteremo la manovra di bilancio triennale, poi lanceremo il Patto regionale per il Lavoro e per il Clima che stiamo discutendo con tutte le parti sociali, infine la programmazione dei fondi europei 2021/2027. Per tornare prima possibile competitivi coi territori più avanzati del mondo, recuperare lavoro e creare una nuova crescita sostenibile, attraverso investimenti su conoscenza, lavoro, ambiente e welfare. Lo ripeto: insieme ce la faremo.

Perché siamo l’Emilia-Romagna“.

Nella mattinata di domenica 1 novembre, il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ere risultato positivo al covid. Il presidente aveva effettuato un tampone in vista di alcuni impegni istituzionali previsti per lunedì 2 novembre. “Stamattina ho fatto il tampone e sono riusltato positivo al covid. Ovviamente non me l’aspettavo. Il rispetto delle regole e condizioni di salute normali mi lasciavano tranquillo, invece il virus ha colpito”, aveva dichiarato.

Era previsto che questa mattina facessi il test, in via precauzionale, in vista di alcuni appuntamenti istituzionali che avevo in agenda sia nel primo pomeriggio ad Imola, per il Gran Premio di Formula 1″.

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Mattia Pirola

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media