×

Vertice Palazzo Chigi, Scontro con Italia Viva su Mes e Recovery Fund

Attimi di tensione sul vertice che si è tenuto a Palazzo Chigi. È scontro tra alleati di Governo e Italia Viva su Mes e Recovery Fund.

scontro iv mes recovery fund
scontro iv mes recovery fund

Lo scontro tra gli alleati di Governo e Italia Viva su Mes e Recovery Fund si sta sempre più intensificando. Da un lato troviamo PD, Leu e M5S che chiedono di non perdere tempo, un concetto che ha ribadito anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Il Paese non può permettersi un ritardo sul Recovery…non è lo strumento per definire tutte le questioni poste sui tavoli di confronto della maggioranza“.

Dall’altro troviamo Italia Viva con Matteo Renzi ha annunciato su Rete 4 che sono sei mesi che si sta attendendo il Recovery Fund. Il Leader di Italia Viva ha poi chiesto che venga inviato un test, in quanto ciò che è stato fatto pervenire è al momento una sintesi di 13 pagine. Non meno risoluta è il ministro Teresa Bellanova che ha chiesto delle risposte tempestive: “Il premier dovrebbe prendere atto che questa esperienza è al capolinea”.

Scontro con IV su Mes e Recovery Fund

Lo scontro sul Recovery Fund e il Mes è diventato sempre più teso. Italia Viva infatti nel corso del vertice a Palazzo Chigi ha chiesto con forza che venga approvato il Mes e si proceda con il Ponte sullo Stretto.

“Il premier dovrebbe prendere atto che questa esperienza è al capolinea e dire se siamo in grado tutti di ripartire. Il tempo per quanto mi riguarda è finito: ora servono risposte.

Sono mesi che chiediamo un accordo programmatico perché non si può andare avanti con un Dpcm o un decreto alla settimana. Noi critichiamo e avanziamo proposte: il punto è se le proposte vengono accolte. Prima del Cdm vogliamo vedere tutto il testo del Recovery plan per confrontarci con i nostri parlamentari”, ha dichiarato il Ministro di Italia Viva Teresa Bellanova, chiedendo quanto prima risposte sul Recovery Plan.

A ribadire il concetto il leader di Italia Viva Matteo Renzi che su Rete4 ha dichiarato: “Abbiamo chiesto di iniziare a lavorare a luglio e vi siete svegliati a dicembre. E dal 7 dicembre ci avete riconvocato il 22 dicembre – hanno affermato gli esponenti di Iv – Noi abbiamo lavorato sempre, anche a Natale. Ora vogliamo il documento finale e su quello diamo valutazione in 24 ore. Non si perda altro tempo”

Il Premier Giuseppe Conte ha cercato di mediare chiedendo un nuovo confronto con Italia Viva: “Il Recovery non è lo strumento per definire tutte le questioni poste sui tavoli di confronto della maggioranza. Anche perché vi sono interventi che non possono essere finanziati con il Recovery Fund. Nei prossimi giorni vi inviterò al confronto per concordare una lista di priorità per la restante parte della legislatura”.

Contents.media
Ultima ora