Ragusa, datore di lavoro bastona operaio: arrestato
Cronaca

Ragusa, datore di lavoro bastona operaio: arrestato

ragusa

Un datore di lavoro, consigliere comunale del PD, è stato arrestato perché ha sequestrato un operaio romeno e lo ha legato e bastonato.

Un fatto di inaudita violenza è avvenuto a Ragusa. Un datore di lavoro ha sequestrato un operaio romeno, reo di avergli rubato una bombola del gas per potersi riscaldare, e lo ha legato. Successivamente lo ha bastonato, ferendolo seriamente. L’autore di questo incivile gesto è il 41enne Rosario Dezio, imprenditore e consigliere comunale del Pd. È accusato di lesioni gravi, sequestro di persona e porta d’armi.

Ragusa imprenditore arrestato

Rosario Dezio, 41 anni di Vittoria, ha sequestrato, appeso a una trave e pestato un suo operaio romeno. Costui, aveva rubato una bombola del gas per poter stare al caldo. La polizia locale l’ha messo sotto arresto. Rosario Dezio deve adesso rispondere di lesioni gravi, sequestro di persona e porto d’armi. Il 41enne di Vittoria è anche consigliere comunale di Vittoria e fa parte della segreteria del Pd. Presso il consiglio comunale, Rosario Dezio rappresenta la lista civica Nuove idee – i democratici, che è connessa al Partito democratico.

Lui è entrato in Consiglio comunale, lo scorso settembre, prendendo il posto di Fabio Nicosia, il quale si era dimesso in seguito all’indagine Exit poll. Rosario Dezio aveva già in passato ricoperto la carica di consigliere comunale.

Il Gip ha deciso di applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’azienda agricola di cui Rosario Dezio è titolare era già conosciuta alla Squadra mobile perché era stata sottoposta a controlli anti-caporalato.

La violenza

Rosario Dezio aveva scovato di notte il suo operaio con la bombola rubata. Mosso dall’ira, lo ha poi picchiato ripetutamente a mani nude e con un bastone. Ha anche preso un fucile, col quale ha sparato dei colpi a vuoto per minacciare più violentemente la vittima. Ma non è finita. Il giorno successivo, Rosario Dezio ha sequestrato il povero romeno e lo ha rinchiuso in un agarage. Qui ,l’operaio è stato legato mani e piedi e appeso a una trave.

Poi, Rosario Dezio lo ha violentemente colpito con un bastone in tutto il corpo. Lo sfortunato operaio ha riportato più fratture e lesioni. Queste sono guaribili in non meno di 45 giorni. Non era un caso isolato. Rosario Dezio ha picchiato altri romeni.

Il 15 febbraio scorso, un romeno era giunto al commissariato di Vittoria per porre denuncia contro Rosario Dezio. Il suo racconto è da incubo. Ha dichiarato di essere stato malmenato, e che altri due connazionali avevano subito lo stesso trattamento. Gli opera vivono in un casolare abbandonato ricavato presso l’azienda, senza riscaldamento, dove Dezio faceva irruzione. Lì, è stato trovato nascosto sotto le coperte e dolorante un giovane rumeno spaventato

Rosario Dezio ha ammesso spavaldamente di fronte ai carabinieri di avere picchiato i lavoratori perché li aveva visti rubare una bombola di gas. È stato un parente dell’aggressore a liberare l’operaio romeno. Anche lui è stato denunciato per avere preso parte al pestaggio in concorso morale, rinforzando gli intenti del fermato.

È stato denunciato anche un altro congiunto ed un altro dipendente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche