×

Ragusa, blitz della polizia: trovati trecento chili di droga in camper

Importante sequestro nella lotta contro la droga. A Ragusa sono stati sequestrati 300 kg di marijuana, conservati e nascosti sul tetto di un camper.

default featured image 3 1200x900 768x576

Ragusa ancora inquinata dalla droga. La polizia locale ha arrestato un romeno, dopo avergli trovato sul tetto di un camper ben 300 kg di marijuana. Il tutto è stato scoperto in seguito ad un controllo innescato in quanto il veicolo sporgeva dal carro attrezzi che lo stava trasportando, creando problemi alle altre vetture in circolazione.

La droga sequestrata ammonta ad un valore totale di 3 milioni di euro.

Droga sul camper

La fortuna/sfortuna ha giocato quindi un ruolo decisivo. Se non ci fosse stata la sporgenza del camper sul carro attrezzi, non ci sarebbe stato nessun controllo, e il romeno l’avrebbe passata liscia. Ma, purtroppo per lui, non è stato così. I poliziotti, in verità, non cercavano nemmeno la droga. Ma quando hanno fermato il mezzo di trasporto, hanno avuto subito dei dubbi e dei sospetti.

Si sono, quindi, messi a perlustrare il camper, arrivando al tetto. Qui hanno trovato la marijuana nascosta. E 300 kg sono più che sufficienti per arrestare il trasportatore. Adesso bisognerà chiarire meglio la situazione. Dov’era diretto l’uomo? Da chi era stato fornito, e chi doveva fornire? L’interrogatorio, si spera, fornirà delle risposte a questi interrogativi.

droga

Droga a Ragusa

Purtroppo anche Ragusa non è estranea a fatti di questo tipo. Un paio di giorni fa, a Pozzallo, è stato messo in manette un ragazzo di 26 anni, Paolo Ingordini. L’accusa è quella di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri avevano notato che il giovane effettuava, in diversi momenti del giorno e della notte, strani movimenti. In seguito ad una perquisizione domiciliare, hanno ritrovato in casa 50 grammi di marijuana e 40 grammi di hashish conservate, oltre a diverso materiale per taglio e confezionamento.

A fine agosto, i carabinieri hanno sequestrato 2,5 kg di droga, per un valore di 5mila euro. L’operazione ha portato all’arresto di 3 persone. I militari stavano da tempo seguendo delle tracce. Decisivo è stato l’impiego di unità cinofile del Nucleo carabinieri di Nicolosi. Le perquisizioni hanno portato all’arresto di Carmelo Leoni, 41 anni, Mario Dinicola, 41 anni, e di Vito Lo Magno, 47 anni. La grossa somma di droga sequestrata, può dare un’idea delle proporzioni dell’attività di spaccio, e dei suoi guadagni.

Lavoro delle autorità

In tutte queste situazioni, le persone messe in manette sono solo dei tasselli di un enorme meccanismo, che in più misure coinvolge molte altri individui. Rimangono celate le identità dei pusher, che vengono forniti da grossi canali di approvvigionamento. Il lavoro che le forze dell’ordine devono compiere è molto lungo e faticoso, ma il fatto che ci siano degli arresti, da una lato ci preoccupa, ma dall’altro è sintomo del buon agire degli agenti. Ma non bisogna fermarsi qua, bisogna continuare ad indagare per sconfiggere questa orribile piaga, che purtroppo ha dimensioni globali.

Contents.media
Ultima ora