×

Rascal, il mio amico orsetto, tenero cartone animato Anni Ottanta

Rascal, il mio amico orsetto, cartone animato giapponese Anni Ottanta basato su un romanzo autobiografico che racconta dell’amicizia che l’autore, da piccolo, ha avuto con un procione.

Rascal, l'orsetto
Rascal, il mio amico orsetto

Informazioni “tecniche” e curiosità

Rascal, il mio amico orsetto è un cartone animato giapponese in 52 episodi della Nippon Animation trasmesso dal 2 gennaio 1977, tratto dal romanzo autobiograficoUn anno felice” (“Rascal, A Memoir of a Better Era“) dello scrittore americano Sterling North, uscito nel 1963.

Il cartone è stato trasmesso per la prima volta in Italia su Italia 1 nel 1985 e la sigla era cantata da Cristina D’Avena. Il protagonista, Rascal, è un orsetto lavatore, simpatico e tenero animale diffuso negli Stati Uniti; l’anime che gli è stato dedicato, ha avuto un tale successo in Giappone, da contribuire ad un’enorme diffusione dei procioni nel Paese, al punto da rappresentare un problema. Nel 1969 anche la Disney si era interessata al romanzo di North e gli dedicò un film dal titolo “Rascal”.

Trama

La vicenda si svolge nel 1914 a Breisford nel Wisconsin, vicino al lago Koshgonong. L’11enne Sterling – che poi è l’autore del romanzo –, trova in una foresta un cucciolo di procione, la cui madre è appena stata uccisa da un cacciatore. Decide quindi di tenerlo con sé per allevarlo e lo chiama Rascal.

Tuttavia il ragazzino, a causa dei piccoli guai che il procione combina anche ai vicini di casa, si rende ben presto conto di quanto possa essere difficile la convivenza con un animale selvatico.

L’anno trascorre comunque sereno per Sterling, che oltre a quella di Rascal ha la compagnia dei suoi migliori amici, Oscar e Alice. Purtroppo, però, la madre del piccolo morirà e il padre subirà un grave dissesto finanziario a seguito di un nubifragio, per cui si ritroverà pieno di debiti e costretto a vendere le sue proprietà. A questo punto Sterling, che ha vissuto l’ultimo anno della sua infanzia e ha compito 12 anni, è costretto a separarsi dal padre e da Rascal per trasferirsi a vivere con una delle sue sorelle maggiori, Theodora, e con suo marito Arthur a Milwaukee, dove potrà continuare gli studi.

Il procione è comunque adulto ed in grado di tornare nella foresta, dicendo addio al suo amico umano.

Contents.media
Ultima ora