> > Reporter BBC pestato ed arrestato mentre raccontava le proteste in Cina

Reporter BBC pestato ed arrestato mentre raccontava le proteste in Cina

La polizia di Shanghai schierata

Reporter BBC pestato ed arrestato mentre raccontava le proteste in Cina, il network "preoccupato per il trattamento del nostro giornalista Ed Lawrence"

Un reporter BBC sarebbe stato pestato ed arrestato mentre raccontava le proteste in Cina contro le restrizioni prolungate e dormai insostenibili sul coronavirus.

Secondo quanto riferito la polizia di Shanghai dice di averlo fermato “per il suo bene, per evitare che si prendesse il Covid“. Il dato, ripreso dall’Ansa, è che l’emittente britannica Bbc ha dichiarato che “uno dei suoi giornalisti in Cina, che stava seguendo le proteste a Shanghai contro la politica draconiana del regime ‘zero Covid‘, è stato arrestato e picchiato dalla polizia”. 

Reporter BBC picchiato ed arrestato in Cina

In merito c’è una nota dello storico media britannico: “La Bbc è molto preoccupata per il trattamento del nostro giornalista Ed Lawrence, che è stato arrestato e ammanettato mentre copriva le proteste a Shanghai“.

Le parole del portavoce del gruppo fanno eco a quelle del giornalista accreditato, poi rilasciato, che ha affermato di essere “stato picchiato e colpito dalla polizia”. Il fine settimana apena trascorso in Cina è stato caratterizzato in diverse città, tra cui Shanghai e Pechino, dalle accese proteste contro i confinamenti e le restrizioni”.

Il governo tace e la polizia accampa scuse

Restrizioni imposte dalle autorità per combattere il Covid. Il portavoce ha spiegato che la Bbc non ha avuto “nessuna spiegazione ufficiale o scuse da parte delle autorità cinesi, al di là di un’affermazione da parte di funzionari, che successivamente lo hanno rilasciato, che lo avevano arrestato per il suo bene nel caso avesse preso il Covid tra la folla“.