×

Ritornano le auto blu, 9mila in più in un anno: il primato è ad Oristano

auto blu
boom di auto blu nei comuni

Auto blu, a volte ritornano e questa volta in massa. Nonostante negli anni i vari governi, sull’onda delle indignazioni popolari contro gli sprechi e i costi della politica, abbiano promesso dei tagli sul loro utilizzo secondo un censimento realizzato da Twig, le auto blu sono aumentate di 9mila unità.

Nello specifico, il risultato pubblicato ha rivelato che nel 2016 sono emerse 8.791 auto di servizio in più, si è passati da quota 20.891 a 29.682. Un dato che desta scalpore, alla luce anche di quanto dichiarato dal governo nel 2016: si vantava una riduzione di 1.049 auto, pari al 3,3 per cento rispetto al 2015, riduzione che a conti fatti non c’è stata.

Auto blu, i comuni con più unità

Il vero boom delle auto blu e delle auto di servizio (le auto grigie) è nei Comuni: si moltiplicano man mano che i censimenti si fanno più approfonditi.

Nel 2016 siamo arrivati a quota 16 mila, quasi il doppio rispetto all’anno precedente e al numero dei municipi che sono circa 8 mila.

La posizione di testa nella classifica dei Comuni che denunciano il maggior numero di auto blu (cioè con annesso autista) è occupata da Oristano: ce ne sono 20 (il che significa 63,2 ogni 100 mila abitanti). Seguono – con netta prevalenza del Sud – Trapani, Brindisi, Messina, Cosenza e Matera. In termini assoluti, e con riferimento alle semplici auto di servizio (cioè senza autista dedicato, le cosidette auto grigie), in testa c’è Torino con 294 auto, seguita da Roma con 146 auto. Spicca Sassari con 106 auto (83,1 ogni 100 mila abitanti).

Forse l’unico settore dove qualche sforzo è stato fatto è quello dei ministeri.

La ministra della Funzione Pubblica, Marianna Madia, nel febbraio 2016 affermò che le auto delle amministrazioni dello Stato l’anno precedente si erano dimezzate scendendo, come risulta, a quota 274. I conteggi di Twig dicono che il processo è andato avanti e nel 2016 siamo scesi a quota 212, ma siamo ancora lontani dai numeri degli altri stati, basti pensare che nel Regno Unito, le auto concesse ai dicasteri sono appena 80-90.

Auto blu, i costi

Ma quanto costano allo stato italiano le auto blu? Nel 2011 la spesa annua era stata di 1,1 miliardi di euro, di cui 561 milioni per le auto blu e 485 milioni per le auto grigie. Nel 2012 la spesa annua è stata di 1,05 miliardi di euro, di cui cui 400 milioni per le auto blu e 539 milioni per le auto grigie.

Di questi 645 milioni sono stati spesi per il personale, 146 milioni tra assicurazioni, carburante e manutenzione, 56 milioni per il noleggio e 18 per l’acquisto di nuove autovetture

Scrivi un commento

1000

Leggi anche