×

Il primo trapianto di faccia in Italia: 49enne ha ricevuto il volto da una 21enne

Condividi su Facebook

L'operazione segue una procedura sperimentale. La pelle viene prelevata da una donatrice morta di 21 anni.

Primo trapianto di faccia in Italia
Primo trapianto di faccia in Italia

È il primo caso di trapianto di faccia effettuato in Italia. All’ospedale Sant’Andrea di Roma, una paziente di 49 anni riceverà la pelle del viso da una donatrice 21enne. Il Centro nazionale trapianti ha comunicato che la ricevente soffre di neurofibromatosi di tipo I, una malattia genetica che attacca la pelle, gli occhi e le cellule nervose.

I portavoce del CNT hanno espresso un sincero ringraziamento alla famiglia della donatrice.

Un trapianto sperimentale

Sono circa cinquanta i trapianti di faccia effettuati in tutto il mondo. La maggior parte di queste operazioni è stata eseguita in Francia. Il trapianto di Roma segue una procedura sperimentale, autorizzata dal CNT solo dopo l’approvazione del Consiglio Superiore di Sanità. Il professor Fabio Santanelli di Pompeo, responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica del Sant’Andrea, lavora in équipe con il dottor Benedetto Longo.

Insieme hanno deciso di effettuare “un primo intervento di prelievo multiorgano effettuato dopo l’accertamento di morte cerebrale di una paziente vittima di un incidente stradale“, si legge in una nota delle Regione Lazio.

A questa prima fase segue “l’operazione di trapianto” vera e propria, “realizzata anche grazie alla collaborazione di una équipe specialistica di Zurigo”.

“Un intervento senza precedenti”

L’operazione ha avuto inizio nelle prime ore della mattina di sabato 22 settembre.

La conclusione è prevista per la serata. Solo allora sarà possibile capire se la procedura ha avuto successo. La Regione Lazio ha parlato di “un intervento senza precedenti in Italia e con pochi precedenti al mondo. Al tavolo operatorio dell’azienda ospedaliero-universitaria romana l’équipe chirurgica sta eseguendo un eccezionale intervento di trapianto allogenico facciale che darà un volto nuovo a una paziente sfigurata da una malattia neurodegenerativa congenita”. Il risultato sarà reso noto durante la conferenza stampa, convocata per lunedì 24.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.