×

Russia, i negoziati con l’Ucraina fanno passi avanti. Zelensky: “Non ci fidiamo”

Russia, i negoziati con l'Ucraina fanno passi avanti ma la tregua è ancora lontana. Il premier ucraino Zelensky ha dichiarato di non fidarsi.

Passi avanti nei negoziati tra Russia e Ucraina ma la tregua è lontana

Russia, dai negoziati con l’Ucraina del 29 marzo 2022 emerge qualche spiraglio positivo. La tregua è ancora lontana ma i colloqui sembra siano stati costruttivi, stando alle dichiarazioni del negoziatore russo Vladimir Medinsky.

Russia, passi avanti nei negoziati con l’Ucraina

I punti chiave di una possibile intesa tra i Paesi sarebbero la neutralità dell’Ucraina e la non ostilità di Mosca rispetto a un suo ingresso nella Ue. Secondo quanto dichiarato da Mikhaylo Podolyak, uno dei membri della delegazione ucraina a Istanbul e consigliere di Volodymyr Zelensky, si sta lavorando per un incontro fra il presidente ucraino e Putin.

Negoziati Russia-Ucraina: la strada è ancora lunga

Ancora lunga la strada per la pace, tant’è che i negoziati tra Russia e Ucraina non sono ancora riusciti a produrre un cessate il fuoco.

“I segnali che arrivano dalla piattaforma negoziale possono essere definiti positivi”, ha dichiarato il presidente ucraino, “Vediamo tutti i rischi e non vediamo alcun motivo per fidarci delle parole di alcuni rappresentanti di uno Stato che continua a combattere per la nostra distruzione”.

Usa e Ue scettici sui negoziati tra Russia e Ucraina

C’è scetticismo anche da parte di Stati Uniti e Unione Europea, con il segretario di Stato americano, Antony Blinken, che sostiene di non aver visto una reale serietà da parte di Mosca.

“Trattiamo le negoziazioni di pace a Istanbul con una certa cautela. La priorità, in questo momento, è che si arrivi a un cessate il fuoco duraturo sul campo, rispettato dalla Russia”, ha dichiarato un funzionario UE all’Ansa, Poi si vedrà se tutte le richieste hanno senso dal punto di vista politico”.

Contents.media
Ultima ora