> > Russia, la nuova legge di Putin: pene più severe per i disertori

Russia, la nuova legge di Putin: pene più severe per i disertori

Putin

Valdimir Putin ha firmato una nuova legge che andrà in vigore in Russia: ci saranno pene più severe per i disertori o per chi si arrende

Mentre la guerra in Ucraina prosegue senza sosta alcuna, il Presidente russo Vladimir Putin ha deciso di rinforzare le Forze Armate del suo Paese.

Al Cremlino è stata firmata una nuova legge che introduce pene più severe per chiunque voglia arrendersi o disertare

Putin, firmata la nuova legge: “Pene più dure per chi diserta”

Il Presidente russo Vladimir Putin ha firmato oggi, una legge che era stata approvata nelle scorse settimane dalle Camere. A causa di queste nuove direttive ci saranno ora pene più severe per i disertori o per coloro che si consegneranno al nemico.

In particolare, i militari che si rifiuteranno di prendere parte alla guerra potranno essere puniti fino a 15 anni di reclusione, mentre la pena per i disertori passerà da 5 a 10 anni di carcere. Allo stesso modo, anche chi si consegnerà al nemico rischia fino a 10 anni.

La mobilitazione militare parziale della Russia

Recentemente, il presidente russo aveva deciso per la mobilitazione militare parziale della Russia. Alcuni esperti hanno considerato questa mossa come una perdita del potere di Putin, o almeno un idebolimento di esso.

In questo modo, infatti, alcuni cittadini saranno costretti ad impegnarsi nella guerra, mentre all’inizio delle ostitlità Putin aveva promesso che non sarebbe stato così.