×

La dengue favorisce l’immunità al coronavirus? Lo studio

Condividi su Facebook

Secondo alcuni ricercatori, la dengue potrebbe favorire un'immunità al Covid-19. Il punto della ricerca.

La dengue favorisce l'immunità al coronavirus? Lo studio

Secondo uno studio, la dengue può essere un alleato nell’immunità al coronavirus. È quanto afferma un gruppo di ricercatori brasiliani, che hanno comparato i casi di contagio da Covid-19 a quelli di dengue. Se confermato, lo studio, anticipato all’agenzia Reuters, rappresenterebbe un punto essenziale per la ricerca scientifica.

Cos’è la dengue

La febbre dengue è una malattia infettiva tropicale che ha avuto una rapida diffusione nel mondo. Il motivo è semplice: è trasmissibile dalle zanzare e colpisce indistintamente con una dinamica simile alla malaria. Ogni anno si contano circa 50 milioni di nuovi casi, con una grande incidenza in Paesi tropicali, come il Brasile. In alcuni casi, la malattia può portare a sanguinamento, shock e anche al decesso. La dengue è ritenuta pericolosa soprattutto in soggetti fragili, come bambini, anziani e donne in gravidanza.

In questo caso, la malattia contratta dalle zanzare potrebbe anche compromettere la salute del feto.

Dengue e immunità al coronavirus: lo studio

Gli scienziati che, però, hanno coordinato uno studio su dengue e coronavirus, hanno effettuato una comparazione partendo dalla distribuzione geografica del Covid-19 in Brasile. Sovrapponendo la mappa dei contagi del Paese con quella dei contagi di dengue sempre in Brasile, è stata notata una minore incidenza del coronavirus SarsCoV-2 proprio nelle aree più colpite dalla malattia infettiva.

Sulla base di questa evidenza, lo studio potrebbe rivelare la possibilità di una reazione immunitaria incrociata. In altre parole, il sistema immunitario di chi si è ammalato di dengue potrebbe e rispondere meglio alla difesa dal coronavirus.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.