San Michele: i 7 misteriosi santuari in linea retta
San Michele: i 7 misteriosi santuari in linea retta
Viaggi

San Michele: i 7 misteriosi santuari in linea retta

San Michele

Il culto di San Michele Arcangelo richiama migliaia di credenti ogni anno. I santuari più importanti a lui dedicati sono stati costruiti lungo una linea retta che taglia l'Europa da nord a sud.

Quello rivolto a San Michele Arcangelo è un culto antico. Le sue radici risalgono al 313 d.C. quando l’imperatore Costantino conferisce rilevanza assoluta al culto del Santo. Attraverso le conquiste di nuovi territori, e sopratutto alle numerose apparizioni da parte del Santo a vescovi governanti, l’adorazione si diffuse capillarmente in tutta Italia e per celebrarne le formidabili gesta descritti nei libri sacri furono costruite in suo onore numerose chiese, santuari e abbazie.

I sette misteriosi santuari

Al culto di San Michele Arcangelo sono legate numerose storie che hanno contribuito ad aumentarne il fascino tra i cattolici. Per celebrarne l’importanza durante i secoli sono stati costruiti numerosi santuari. Tutti successivi ad una sua apparizione ai diversi reali dei diversi luoghi.

La ley-line sacra

La cosa strana, misteriosa è che questi sette di questi santuari sorgono tutti su una linea retta che taglia in due l’Europa. Dall’Irlanda fino ad Israele passando per Francia, Italia e Grecia.

I tre più importanti santuari, il Mont Saint Michel in Normandia, la Sacra di San Michele in Val di Susa, e Monte Sant’Angelo nel Gargano sono distanti 900 chilometri l’uno dall’altro. Questa linea sacra, la ley- line è considerato un cammino carico di energia e spiritualità.

San Michele

1.Monastero di Skelling, Cornovaglia

Il primo edificio, primo punto su questa linea sacra, conosciuta come linea michelita, è il Monastero di Skelling. Siamo in Irlanda, su una piccola isola a 17 chilometri dalle coste del Kerry. Il Monastero venne costruito nel 588 dopo che l’Arcangelo aiuto San Patrizio a sconfiggere il male. Rappresenta una delle prime costruzioni dei luoghi di culto cristiani del territorio.

2.Monastero di St. Michael’s Mount, Cornovaglia

Per trovare il secondo edificio dedicato all’Arcangelo dobbiamo arrivare in Cornovaglia. Il Monastero di St. Michael’s Mount si trova in una piccola isola davanti alla cittadina di Marazion. I due luoghi sono collegati dal traghetto e quando la marea è bassa è percorribile il sentiero in auto.

L’apparizione del Santo risalirebbe al 495. A seguito della quale i monaci decisero di costruire l’abazia.

3.Mont Saint Michel, Normandia

La linea santa prosegue verso la Francia in uno dei siti che ogni anno richiamano tantissimi visitatori. Il Mont Saint Michel che si trova sulle coste della Normandia. L’abazia è visitato sia da turisti religiosi sia da pagani per il fascino della natura in cui è immersa. I documenti storici raccontano che in seguito ad un terremoto avvenuto nel 709 la foresta che circondava il monte fosse rasa al suolo. Cosi si costituì l’isolotto dove ora nasce l’edificio sacro. Sempre in quello stesso anno San Michele Arcangelo comparve a Sant’Oberto, il vescovo della zona. San Michele gli chiese di costruire un santuario in suo onore ma Oberto obbedì alla richiesta solo quando San Michele poggiò un dito sulla sua testa provocandogli un vero buco. Tutt’ora la reliquia del cranio di Sant’Oberto è custodita all’interno di Mont Saint Michel.

4.Sacra di San Michele, Piemonte

La linea michelita prosegue in Italia, non molto distante dalla città di Torino.

Si tratta della Sacra di San Michele, nel paese di Sant’Ambrogio, in Val di Susa. L’abazia guardala valle dall’alto del monte Pirchiriano. Si narra che San Michele apparve a Giovanni Vincenzo, ex vescovo di Ravenna divenuto poi eremita. Il santo gli chiese di costruire un santuario in suo nome. L’ex vescovo obbedì ma sbaglio monte. Arrivo allora San Michele Arcangelo che sotto una tempesta di fulmini e lapilli spostò il santuario sul monte Pirchiriano.

San Michele

5.Monte San Michele Arcangelo, in Puglia

Arriviamo proseguendo altri 900 chilometri in linea retta al Monte San Michele Arcangelo nel Gargano, nei pressi di Foggia, in Puglia. Si tratta di uno dei siti dedicati al Santo più visitati al mondo. La nascita del santuario è legata al racconto del Vescovo di Siponto. Il vescovo intrappolato da diversi giorni all’interno di una grotta dalla presenza di un toro in grado di schivare tutte le sue frecce decise di dedicare la grotta a San Michele Arcangelo.

Il voto non fu vano. San Michele si palesò davanti ai suoi occhi spiegandogli che quella grotta era sacra. Aveva il potere di redimere i peccatori. Il Santuario di Monte Sant’Angelo è il sito più importante e spirituale dedicato al Santo.

San Michele

6.Monastero di Symi, Grecia

Il penultimo Santuario situato sulla linea santa è quello greco. Siamo nell’isola di Symi, nel Dodecanneso. Si tratta di un sito più giovane rispetto agli altri. La sua costruzione del Monastero di Symi cominciò nel XII secolo. All’interno è custodita una delle più grandi effigi del Santo, alta ben 3 metri.

7. Santuario di Stella Maris sul Monte Carmelo, Israele

Il percorso del pellegrinaggio dedicato a San Michele Arcangelo si conclude in Israele, a Haifa. Il Santuario di Stella Maris sul Monte Carmelo. anche qua la costruzione del Santuario Cristiano risale al XII secolo anche se il sito era luogo di culto rivolto al Santo già da molto tempo prima.

La leggenda di San Michele Arcangelo

Si narra che questa linea diritta che percorre l’Europa da un capo all’altro per più di 2 mila chilometri disegni il colpo di sciabola che San Michele Arcangelo inflisse a Satana durante la battaglia per liberare la terra dalla sua minaccia. Gli angeli dell’esercito del Santo contrapposti agli angeli del male capeggiati da Lucifero, dalle sembianze di un dragone. La figura incarnante il male venne fatta precipitare da un colpo di sciabola di San Michele sulla terra, seguito dal suo esercito di malvagi. Si narra che i Santuari posti sulla linea retta ricordino ai fedeli qual’è la strada verso il bene, verso l’altruismo e la comprensione. La loro distanza sembrerebbe quasi studiata per ricordare agli uomini di rimettersi sulla retta via prima di intraprendere qualche azione sconsiderata. Il culto di San Michele Arcangelo è da sempre una delle credenze più importanti della religione cristiana. Ogni anno sono migliaia i cristiani che decidono di visitare uno dei Santuari a lui dedicati o di intraprendere il cammino a lui dedicato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche